Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica

Ministro Poletti contestato a IoLavoro: "E' la fiera del precariato, non del lavoro"

Contestata anche l'assessore regionale Gianna Pentenero. I giovani presenti alla fiera hanno ricordato che quasi il 50% dei giovani oggi è disoccupato, nonostante in Regione continuino a prendere 10mila euro al mese

Contestato e costretto a far saltare l'incontro sull'iniziativa a favore dell'occupazione giovanile "Garanzia Giovani". Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, non è stato accolto nel migliore dei modi al suo ingresso all'interno della fiera "IoLavoro". Gli studenti non lo aspettavano a braccia aperte, ma anzi, al suo arrivo, è iniziata la polemica: "Questa è la fiera del precariato, non del lavoro - gli è stato detto -. Contratti in nero, datori di lavoro che vicino solo grazie ai precari: non è questa la direzione giusta per i giovani. Voi parlato del nostro futuro, ma tra noi c’è una distanza siderale, tornate sulla terra".

Non si è fatta attendere la replica del rappresentate del Governo Renzi: "Vengo da una famiglia di contadini e ho iniziato a lavorare a sei anni. Noi dobbiamo fare leggi capaci di tenere insieme le giuste tutele con una dimensione di sviluppo dell'impresa. I tempi sono cambiati: oggi l'85 per cento dei contratti sono a tempo determinato. Sto lavorando per far calare questa percentuale".

Contestata, parimenti al ministro Poletti, l'assessore regionale Gianna Pentenero. I giovani presenti alla fiera hanno ricordato che quasi il 50% dei giovani oggi è disoccupato, nonostante in Regione continuino a prendere oltre 10mila euro al mese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ministro Poletti contestato a IoLavoro: "E' la fiera del precariato, non del lavoro"

TorinoToday è in caricamento