menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tensioni al mercato di piazza Rebaudengo tra il Pd e alcuni antagonisti

"Cominciate a prendere mille euro al mese, non dieci mila, venti mila o trenta mila", ha urlato un mercatale disturbato dal parapiglia creatosi. Risponde a muso duro Conticelli: "Ma queste cose chi te le racconta?"

Nella giornata di ieri si sono vissuti attimi di tensione al mercato rionale di piazza Rebaudengo, in zona Barriera di Milano. Durante la presentazione dell'iniziativa "orgoglio democratico" da parte del Pd, in cui era presente anche il segretario regionale Davide Gariglio, un gruppo di antagonisti ha provato a disturbare il volantinaggio dei militanti del Partito Democratico. Ne è nato un battibecco che ha coinvolto anche alcuni mercatali, i quali se la sono presa con i politici e con i loro stipendi.

"Cominciate a prendere mille euro al mese, non dieci mila, venti mila o trenta mila", ha detto un venditore a cui ha risposto Nadia Conticelli, presidente della Circoscrizione 6 di Torino: "Ma queste cose chi te le racconta? Te le inventi da solo o te le scrive qualcuno?". Ne è nato un confronto acceso, faccia a faccia, fatto da secchi botta e risposta. "Io prendo 1.800 euro al mese - ha tuonato Conticelli - io lavoro a scuola e sono in aspettativa, prendo un solo stipendio e lavoro 15 ore al giorno".

Dopo l'accusa del mercatale di aver interrotto il suo lavoro con il volantinaggio e con il parapiglia creatosi con gli antagonisti, è intervenuto Gariglio. "Noi non ti stiamo disturbando, stiamo a venti metri dal tuo bancone. E' colpa loro (degli antagonisti, ndr)". L'episodio si è concluso infine in pochi minuti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento