rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Senatrice torinese della Lega sospesa dal partito: aveva incassato il bonus di 1.500 euro dalla Regione

I soldi sono già stati restituiti

È stata sospesa dal partito la torinese Marzia Casolati, senatrice della Lega che ha ricevuto il contributo di 1.500 euro della Regione Piemonte per sostenere le attività commerciali in crisi in seguito al lockdown. Casolati, 50 anni, è nata e vive a Torino dove è titolare dell'oreficeria di famiglia, in Galleria Umberto I a Porta Palazzo, dal 1995. Nel 2019 ha dichiarato un reddito complessivo di 101.314 euro.

Eletta nel collegio di Moncalieri, è arrivata al Senato due anni fa: si è avvicinata alla politica a 22 anni, quando aderì alla Lega Nord, coprendo numerosi incarichi. Nel '93 è stata eletta al consiglio comunale della sua città e ci rimasta fino al 2001. Oggi fa parte della commissione Politiche europee, di quella straordinaria sui diritti umani e della commissione d'inchiesta sul femminicidio.

Il bonus regionale da 1.500 euro a fondo perduto, richiesto dalla senatrice lecitamente, "è stato già da tempo completamente restituito - ha spiegato in una nota il presidente dei senatori della Lega, Massimiliano Romeo -. Tuttavia, non è opportuno che i parlamentari accedano a questo tipo di sussidio - ha aggiunto -. La sospensione dal partito è stata accettata e condivisa da Casolati". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senatrice torinese della Lega sospesa dal partito: aveva incassato il bonus di 1.500 euro dalla Regione

TorinoToday è in caricamento