Politica

Marco Grimaldi saluta la Sala Rossa: "Non è un addio, ma un arrivederci"

Tante le battaglie a cui Marco Grimaldi si è dedicato in questi anni, dal piano per la mobilità ciclabile alle zone 30, dalla tutela del verde pubblico agli orti urbani

Un Marco Grimaldi commosso quello che, ieri pomeriggio, ha dato l'ultimo saluto ai colleghi della Sala Rossa, durante la partecipazione alla sua ultima riunione di questo mandato.

Il consigliere Sel formalizzerà, infatti, le sue dimissioni per affrontare il nuovo incarico come consigliere regionale. Pur non essendoci incompatibilità fra i due ruoli, infatti, Marco Grimaldi lascia la poltrona di consigliere comunale per dedicarsi in toto al nuovo incarico.

"Spero che questo in realtà non sia un addio, ma un arrivederci - ha detto l'ormai consigliere regionale -. L’ho promesso a chi mi ha accompagnato fin qui: voglio continuare a scoprire nuove strade, guardare quelle vecchie con occhi nuovi, incrociare sorrisi, superare paure e vedere connessioni dove non esistono ancora".

Tante le battaglie a cui Marco Grimaldi si è dedicato in questi anni, dal piano per la mobilità ciclabile alle zone 30, dalla tutela del verde pubblico agli orti urbani, dall'attività nella commissione emergenza abitativa alla difesa del diritto allo studio.

Commossi anche i colleghi che hanno manifestato senza esitazioni di essere orgogliosi per il nuovo inizio di Marco Grimaldi. “L’augurio è che tu possa fare meno danni possibile in Regione”, ha scherzato Angelo D’Amico (Forza Italia), riconoscendo però all’esponente di Sel capacità organizzative, oratorie e politiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marco Grimaldi saluta la Sala Rossa: "Non è un addio, ma un arrivederci"

TorinoToday è in caricamento