rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Manovra governo, i sindaci del Piemonte in piazza contro i tagli

Lunedì 22 agosto i sindaci della regione faranno sentire il proprio dissenso contro i tagli previsti dalla manovra del governo. In particolare contro l'eliminazione di oltre 500 comuni

La prossima settimana i sindaci dei comuni piemontesi si ritroveranno in piazza a Torino per protestare contro l'eliminazione dei piccoli Comuni. E' mobilitazione in Piemonte, la regione più toccata dalla manovra nel numero delle municipalità, 598 su un totale nazionale di circa 2.000. Le iniziative sono state concordate da Anci, Uncem, Anpci e Legautonomie del Piemonte. "Sindaci e amministratori comunali - dicono i presidenti delle quattro associazioni - sono state descritti dal governo come anima degli sprechi dell'Italia, poltrone da eliminare. Un attacco alla partecipazione democratica - che non produce alcun risparmio, ma impedisce ai cittadini di scegliere i loro rappresentanti e incide sui servizi per i quali i Comuni avevano già avviato un processo di gestione associata, come richiesto dal governo e dalla giunta regionale negli ultimi due anni".

Non si ritroveranno solo i sindaci dei 598 comuni coinvolti, ma il l'appuntamento davanti alla Prefettura alle ore 10 di lunedì 22 agosto è esteso anche a molti altri amministratori locali. I presidenti di Anci, Uncem, Anpci e Legautonomie, inoltre, hanno chiesto un incontro urgente ai parlamentari piemontesi e alla giunta regionale del Piemonte. Su Facebook è stata aperta la pagina "No all'eliminazione dei piccoli Comuni".

(ANSA)







 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manovra governo, i sindaci del Piemonte in piazza contro i tagli

TorinoToday è in caricamento