menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Locandina lesiva della sensibilità, il Comune toglie il patrocinio

Dopo una giornata di polemiche, la Giunta comunale ha deciso di togliere il patrocinio all'International Art S.A.L.I.G.I.A.. "Il ritiro del patrocinio ci pare il minimo che potesse fare l'Amministrazione", attacca l'opposizione

Le polemiche per il manifesto dell'International Art S.A.L.I.G.I.A. alla fine hanno portato il Comune di Torino a togliere il patrocinio inizialmente concesso. Una decisione arrivata dopo che diversi consiglieri dell'opposizione avevano manifestato la loro contrarietà alla locandina scelta dagli organizzatori: una donna in carne e nuda che calpesta alcune immagini sacre.

Ad annunciare la decisione è stato l'assessore alla Cultura Maurizio Braccialarghe che ha giustificato la scelta iniziale della Giunta affermando che nessun elemento avrebbe potuto far pensare ad un manifesto del genere o qualcosa di simile. D'altronde questa è la settima edizione della kermesse e mai c'erano state tali polemiche o "provocazioni", parola più volte utilizzata nella giornata odierna.

La locandina incriminata ha fatto rapidamente il giro del web e del Palazzo comunale. Appena i rappresentanti della Giunta l'hanno vista hanno preso la decisione unanime: il patrocinio andava tolto. E così è stato fatto.

Alle parole di Braccialarghe però non crede il consigliere di Forza Italia, Angelo D'Amico: "Il ritiro del patrocinio - dice - ci pare il minimo che potesse fare l'Amministrazione, ma è assolutamente incredibile che lo si sia dato senza conoscere il reale contenuto. Questo è il segno di una assuefazione a iniziative che in realtà dovrebbero essere verificate puntualmente, anche solo per non ledere il rispetto per gli altri".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento