menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifondazione Comunista scende in piazza: "No a politiche di austerità"

I manifestanti: "Per costruire una vera alternativa che difenda l'occupazione, i salari e i redditi e dia futuro ai giovani serve l'unità del mondo del lavoro e la solidarietà dei diversi settori popolari"

Rifondazione Comunista e il Comitato promotore "No Austerità" questa mattina sono scesi in piazza per protestare contro il Governo Letta e i governi locali.

"Siamo in piazza per manifestare la nostra opposizione alle politiche di austerità, di taglio dei servizi sociali, di privatizzazioni portate avanti dal governo Letta-Alfano e dai governi locali, politiche che colpiscono duramente lavoratrici e lavoratori, pensionati, giovani, vasti strati popolari (piccoli artigiani, commercianti, lavoratori indipendenti con basso reddito) - dice Ezio Locatelli, segretario provinciale di Rifondazione Comunista di Torino -. Siamo in piazza per dire si alla giusta ribellione e alla domanda di cambiamento presente in larghi strati popolari sui cui viene scaricata ingiustamente la crisi di un sistema economico e finanziario che opera all’insegna della speculazione e del profitto privato, di contro alla demagogia di forze populiste, di destra  nemiche da sempre delle istanze  di giustizia sociale e di partecipazione democratica”.

Una trentina di persone si sono trovate in piazza XVI Dicembre con bandiere e uno striscione, "Contro il governo dell'austerità LAVORO, REDDITO, DIRITTI".

Le proposte fatte dai manifestanti sono diverse, ma tutte hanno un punto in comune, "chi ha di più, paghi di più". "In Italia l’1% possiede una ricchezza pari a quella del 60% meno abbiente, 10 milioni di persone sono sotto la soglia di povertà. Per questo bisogna sostituire l’IMU sulla prima casa con una patrimoniale sulle grandi ricchezze sopra agli 800 mila euro, mettere un tetto a pensioni e stipendi d’oro, aumentare le tasse su rendite finanziarie e alti redditi, diminuirle per lavoratori e redditi bassi, colpire la grande evasione fiscale".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento