Torino, mancano 400mila mascherine: sospesa la distribuzione

"La consegna dei dispositivi da parte della Regione Piemonte si è interrotta e, al momento, non disponiamo neppure di un calendario sui futuri approvvigionamenti" spiega l'assessore con delega alla Protezione civile Alberto Unia

Immagine di repertorio

La distribuzione delle mascherine negli stabili torinesi è al momento sospesa. All'appello mancano oltre 400mila dispositivi, circa il 50% del fabbisogno cittadino. Con una nota l’amministrazione comunale torna sulla questione delle mascherine e sulla distribuzione che procede a rilento.

Il 10 maggio il Comune di Torino evidenziava: "La Protezione Civile informa che, a seguito di alcuni ritardi nelle forniture delle mascherine della Regione Piemonte, si è proceduto alla riprogrammazione del piano di distribuzione agli Amministratori di condominio che si ringraziano per la disponibilità".

Cinque giorni dopo, venerdì1 5 maggio, interviene l'assessore con delega alla Protezione civile Alberto Unia

"Attendiamo la consegna della nuova fornitura per completare la distribuzione alle famiglie. Dopo le prime due tranches, l'ultima di 264mila mascherine arrivata lunedì scorso, la consegna dei dispositivi da parte della Regione Piemonte si è interrotta e, al momento, non disponiamo neppure di un calendario sui futuri approvvigionamenti"  

Gli amministratori di condominio, fanno sapere dal Comune, la cui collaborazione è stata fondamentale per la Città di Torino per predisporne il servizio di distribuzione alle famiglie, ne avevano già prenotate 650mila.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Speriamo che la situazione possa sbloccarsi in tempi brevissimi così da poter raggiungere al più presto tutti i cittadini attraverso gli amministratori e, poi, coi volontari", conclude Unia.  
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio-suicidio: uccide la moglie che si stava separando da lui e poi se stesso

  • Apre il nuovo centro commerciale: previsti un centinaio di posti di lavoro

  • Suv impazzito travolge cinque pedoni davanti a un déhors: morta una donna

  • Calo glicemico, come riconoscerlo e come intervenire

  • Blocchi auto per 37 comuni dal 1 ottobre 2020: varato il regolamento

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento