menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mafia, a Torino un fondo per sostenere chi denuncia racket e usura

La proposta di Palazzo Civico dopo gli arresti dell’operazione “Big bang”. Fassino: “Uniti nel condannare ogni attività illegale”

Un fondo a sostegno delle spese legali per chi decida di denunciare racket e usura. È quanto propone la città di Torino dopo l'operazione “Big bang” che, nei giorni scorsi, ha scoperto una vasta attività della 'ndrangheta che agiva nel quartiere San Paolo. 

Le indagini, pur portando a numerosi arresti, hanno tuttavia fatto emergere una scarsa collaborazione delle vittime con le forze dell'ordine. E alla manifestazione di sabato prossimo per mobilitare i cittadini sul tema della legalità ci sarà anche il sindaco Piero Fassino. 

“Dobbiamo essere tutti uniti nel condannare fermamente ogni attività illegale – ha detto il sindaco – senza alcuna sottovalutazione degli episodi verificatisi. Esprimo la mia solidarietà agli operatori commerciali colpiti da ricatti, estorsioni e usura e capisco le loro paure. Dobbiamo sollecitare un'azione di denuncia con un impegno concreto e continuo a non lasciare sole le vittime”.

Un impegno che non nasce oggi. “Ricordo – così Fassino – l'istituzione della Commissione consiliare per la Legalità, che ha un'attività costante di monitoraggio, consultazione e relazioni con operatori e società civile e ha prodotto relazioni e rapporti che testimoniano un'attività importante del Consiglio comunale, che continua tuttora. Siamo inoltre parte attiva del Comitato Ordine pubblico e Sicurezza presso la Prefettura, dove più volte si sono esaminate misure di contrasto all'azione delle criminalità organizzate. È importante mantenere un costante rapporto con gli operatori economici".

“Approfondiremo con le associazioni di categoria – ha concluso il sindaco – le misure utili per sostenerli e accompagnarli. Manterremmo alta la vigilanza. Sabato sarò presente alla manifestazione indetta dalla Circoscrizione 3 per mobilitare la cittadinanza su questi temi e rafforzare così l'azione delle Istituzioni e fare della cultura della legalità un patrimonio comune".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento