menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Olimpiadi 2026, M5S: "Dubbi sulla candidatura, non abbiamo visto il dossier"

I grillini respingono l'aiuto dei dem

Il pre-dossier olimpico redatto dall'architetto Alberto Sasso, presentato dalla sindaca Chiara Appendino la settimana scorsa a Roma, continua a far discutere. Debora Montalbano, capogruppo del Gruppo Misto Uscita di Sicurezza, accusa la prima cittadina di non aver informato il Consiglio comunale sul contenuto del famoso dossier e lunedì prossimo presenterà una richiesta di comunicazioni in merita alla questione. "Partendo dalla considerazione che sono fortemente contraria ai Giochi Olimpici - ha dichairato - trovo assurdo il comportamento della Sindaca, che adotta un metodo di lavoro che esclude non solo il Consiglio comunale, ma la sua stessa maggioranza". Anche lo stesso Movimento Cinque Stelle infatti, per voce del  capogruppo Valentina Sganga, mostra alcune perplessità: "Al momento - ribadisce - il gruppo consiliare non ha gli elementi necessari per fare una valutazione complessiva ed oggettiva della candidatura di Torino, su cui restano dubbi e perplessità".

L'offerta del Pd

I dubbi dunque non sono solo dei cosiddetti consiglieri "dissidenti" - Daniela Albano, Damiano Carretto, Maura Paoli, Marina Pollicino e Viviana Ferrero - e in questo clima il Pd si è offerto di dare una mano in fatto di numeri. Qualora mancassero i voti necessari per l'approvazione di atti consiliari indispensabili per l'avvio del Comitato organizzatore, i democratici non si tirerebbero indietro. "Ribadiamo la piena disponibilità del Partito Democratico - commentano Stefano Lo Russo e Mimmo Carretta - a lavorare insieme all’amministrazione comunale al fine di rendere ottimali le scelte da compiere per la predisposizione dell'atto di candidatura". Proposta che però fa arricciare il naso ai grillini: "Rigettiamo al mittente qualsiasi offerta da parte delle opposizioni - sottolinea Sganga -. Nessuno delle minoranze consiliari pensi ora di ergersi a salvatore della patria perché la maggioranza è del Movimento 5 Stelle, come sa bene anche la sindaca, e non servono stampelle".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Collegno campi di colza in fiore: cosa sono e a cosa serve la colza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento