Politica Centro / Piazza Castello

Di Maio apre la campagna elettorale a Torino: "Taglieremo ciò che non serve"

E Beppe Grillo non se ne andrà dal M5S

Luigi Di Maio dà il via, sotto la Mole, alla sua campagna elettorale. Questa mattina 12 gennaio, era infatti in piazza Castello per presenziare alla consegna simbolica dell'assegno di oltre 100mila euro che il gruppo consiliare pentastellato ha destinato al Corpo Volontari Antincendi Boschivi del Piemonte. 

"Ancora una volta facciamo i fatti e non le parole - ha detto il candidato premier del M5S -. In questi anni il Movimento 5 Stelle ha tagliato gli stipendi ai nostri eletti per 100 milioni di euro, partendo proprio dal Piemonte. E questo faranno tutti i politici in italia quando andremo al governo.

Per rilanciare l'Italia - ha aggiunto - non servono nuove leggi ma provvedimenti, è necessario pertanto abolire leggi inutili che creano solo più burocrazia e scartoffie e noi abbiamo la credibilità per mettere le mani al bilancio e tagliare ciò che non serve".

E a proposito di Beppe Grillo e della notizia che circola secondo cui sarebbe imminente il suo abbandono del movimento, ha dichiarato:"Si tratta di una fake news. Beppe continuerà a essere con noi, sebbene qualcuno spero il contrario". Ad attendere Di Maio, davanti al palazzo della Regione, gli operai dell'Embraco di Riva di Chieri, la cui proprietà ha annunciato da poco 497 esuberi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Maio apre la campagna elettorale a Torino: "Taglieremo ciò che non serve"

TorinoToday è in caricamento