rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Politica Centro / Piazza Castello

"L'omosessualità è un abominio, lo dice la Bibbia", la frase shock del senatore di Fratelli d'Italia

Le parole pronunciate durante una trasmissione radiofonica

L'omosessualità è un abominio, è scritto nella Bibbia. È quanto sostenuto dal senatore di Fratelli d'Italia, Lucio Malan, durante una diretta radiofonica su Radio1. Il senatore originario della Val Pellice, ospite nella trasmissione radiofonica 'Un giorno da pecora', adesso è nell'occhio del ciclone. 

Tutto è nato da una semplice domanda. I conduttori della trasmissione radiofonica hanno chiesto al politico di raccontare quale fosse il principale motivo che lo avesse indotto ad abbandonare Forza Italia. La sua risposta è partita dalla legge Zan. 

"Un esempio la posizione del governo Draghi sulla legge Zan, a cui io sono contrario". Da qui il contraddittorio con i giornalisti che gli hanno fatto notare come la chiesa Valdese, di cui il senatore fa parte, sia favorevole ai matrimoni omosessuali: "Non abbiamo il dovere di obbedienza, la chiesa Valdese è fondata sulla Bibbia e non sulla gerarchia". La risposta di Malan che poi ha aggiunto che sulla Bibbia "C’è scritto che l’omosessualità è un abominio, sia nell’Antico che nel Nuovo Testamento". 

Inutile dire che le parole del senatore Malan hanno destato parecchie reazioni a partire da quella dello stesso Zan che ha tirato in ballo Giorgia Meloni e il Governo: "Questa è anche la posizione di Giorgia Meloni e del primo partito di governo?". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'omosessualità è un abominio, lo dice la Bibbia", la frase shock del senatore di Fratelli d'Italia

TorinoToday è in caricamento