Sabato, 18 Settembre 2021
Politica

Liste candidati in Piemonte: Luciano Moggi capolista dei Riformisti

L'ex direttore generale della Juventus scende in politica per un posto alla Camera dei deputati. Vitelli accetta la proposta di Monti

In Piemonte scendono nell'agone politico il re degli yacht di lusso Paolo Vitelli, presidente di Azimut-Benetti, che sarà capolista alla Camera per la Lista Monti, e Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus al centro dello scandalo di Calciopoli, che sarà capolista alla Camera per i Riformisti Italiani, lista che dovrebbe presentarsi collegata a quella del Pdl.

Vitelli sarà capolista nel collegio Piemonte 1, mentre il ministro Renato Balduzzi guiderà la lista Monti nel Piemonte 2. L'ex presidente delle Acli Andrea Olivero aprirà la lista per il Senato. Presenti anche il dirigente della sanità piemontese Giovanni Monchiero, l'eurodeputato Gianluca Susta, il direttore di Italia Futura Piemonte Mariano Rabino.

Udc e Fli presenteranno liste separate da quella di Monti alla Camera. Ancora aperte quelle dell'Udc, dove l'ipotesi più accreditata é Pierferdinando Casini capolista sia al Piemonte 1 che al Piemonte 2, con la possibilità di sostituirlo con un esponente della società civile, che nel Piemonte 1 potrebbe essere il presidente di Confartigianato Giorgio Guerrini. Fli ipotizza per la Camera di candidare Gianfranco Fini, seguito da Deodato Scanderebech, sia al Piemonte 1 che al Piemonte 2.

Rivoluzione Civile, che vedrà capolista Antonio Ingroia in entrambi i collegi alla Camera, candiderà dopo di lui nel Piemonte 1 un esponente del movimento No Tav, il sindaco di Venaus Nilo Durbiano o quello di Bussoleno Nicoletta Dosio. Al Piemonte 2 si ipotizza Gigi Garelli, aspirante sindaco di Cuneo che arrivò al ballottaggio alle ultime amministrative.

Già chiuse o in chiusura le lista di Sel, Pd e M5S, la prima con i capilista Giorgio Airaudo, Nichi Vendola e Monica Cerutti; il secondo con i capilista Cesare Damiano, Mino Taricco e Ignazio Marino, i grillini con liste aperte da Laura Castelli, Fabiana Dadone e Marco Scibona.

Ancora molto aperti invece gli scenari nel centrodestra, con la Lega che potrebbe vedere Il presidente della Regione Piemonte e segretario del Carroccio piemontese Roberto Cota accettare la 'candidatura di servizio' ipotizzata da Roberto Maroni, presentandosi capolista al Senato.

Nel Pdl il coordinatore Enzo Ghigo, che non si ricandida, sarà a Roma per discutere le candidature la settimana prossima. L'obiettivo, ha detto lo stesso Ghigo, è "limitare i paracadutati romani".

Ancora in discussione anche le liste di Fratelli d'Italia, la nuova formazione politica fondata da Guido Crosetto, Giorgia Meloni e Ignazio La Russa. Sicuri i capilista alla Camera, con Agostino Ghiglia ex coordinatore vicario del Pdl piemontese al Piemonte 1, e lo stesso Crosetto al Piemonte 2. Ancora incerto invece il capolista al Senato che potrebbe essere uno degli uscenti, quindi Gianni Mancuso o Gaetano Nastri, o una new entry eccellente. E a questo proposito si fa il nome del presidente del Consiglio regionale del Piemonte, Valerio Cattaneo, attualmente esponente del Pdl.

(Fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liste candidati in Piemonte: Luciano Moggi capolista dei Riformisti

TorinoToday è in caricamento