rotate-mobile
Politica Mirafiori Sud / Strada Comunale di Mirafiori

Un nuovo presidente per Mirafiori e Santa Rita: trasporti e servizi i primi dossier sul tavolo di Rolandi

Chiede un ruolo per la Circoscrizione nella gestione delle ATP

Giornalista, tra gli ideatori di VaticanInsider - il portale di informazione religiosa del quotidiano La Stampa - Luca Rolandi mercoledì 27 ottobre ha presieduto il primo consiglio da presidente della Circoscrizione 2. Il territorio del quale si dovrà occupare è vasto perché và dal confine a sud della città fino quasi alle porte del centro. Un compito non facile. Ma quali saranno le priorità sulle quali interverrà subito? 

Trasporti a Mirafiori Sud

"La prima criticità è quella relativa ai servizi di mobilità e viabilità. I cittadini hanno due grandi problemi che sono legati alle linee di servizio urbano a Mirafiori Sud, mentre a Santa Rita è una questione di viabilità nelle zone del mercato e dello stadio", spiega Rolandi, "Dobbiamo cercare di fare una revisione di orari, fermati e linee che possano in qualche modo agevolare gli spostamenti di chi vive nella zona sud di Mirafiori". 

Questo perché dopo la revisione del trasporto locale sono state registrate alcune problematiche: "Chi si sposta con un mezzo pubblico la sera fatica a tornare poi a casa. L'unica possibilità è il 4 che però non arriva in tutti i punti dei territori. Era stato fatto un monitoraggio dei flussi sulle linee, ma bisogna considerare quanti sono gli abitanti che vivono in quel quartiere, non solo chi lo usa. Gli anziani per andare a fare un esame alle Molinette devono prendere due bus più la metropolitana con tutti i disagi che ne conseguono". 

La seconda questione che Rolandi ha questione di affrontare subito non è una criticità, ma un'esigenza: "Come seconda cosa vogliamo riaprirci all'ascolto della cittadinanza su temi specifici: dalla gestione dei piccoli parchi, alla questione dell'impiantistica sportiva, alla riattivazione dei centri che sono stati chiusi in questo periodo di pandemia. Vogliamo che i cittadini formulino proposte e indicazioni".

I 3 obiettivi

Cinque anni sono lunghi e ogni amministratore deve porsi degli obiettivi. Quali sono i suoi? "Il primo obiettivo è impegnativo: voglio rendere la Circoscrizione, che è l'ente più prossimo al cittadino, riconosciuta e stimata. L'80% della popolazione non sa quali siano le sue funzioni e che tipo di relazione ha con il Comune. Vogliamo cercare di spiegare che questo ente è al loro servizio". 

Il secondo obiettivo di Rolandi ha a che fare con i servizi sul territorio: "Il secondo è dare dignità ai territori e ai quartieri. Troppo facile parlare di periferie per i tre mesi della campagna elettorale", continua Rolandi, "Noi abbiamo un territorio vastissimo che comprende aree disomogenee, e abbiamo necessità di interloquire con alcune macro realtà. Prima di tutto il complesso di Stellantis sul quale la Città e la Regione devono capire cosa sarà di quell'area da qui a dieci anni; noi non possiamo dimenticarcene. Il secondo dato è che dobbiamo fornire i servizi che sono stati tolti, semplicemente quelli: servizi sociali, centri anziani, giovani, viabilità, servizi sanitari. Anche essere interlocutori credibili nei confronti di chi abbandona il territorio come carabinieri, polizia, ma anche istituti bancari. È impensabile che in un quartiere con 40.000 abitanti ci sia una piazza in quartiere Caio Mario e una in via Onorato Vigliani, oltre a un piccolissimo presidio in Piazza Pramollo". 

Infine la questione casa: "Il terzo grande tema è quello di tutte le case popolari. Interloquire con ATC e parlare di alcune zone dell'area di Mirafiori Sud e corso Salvemini sulle quali dobbiamo intervenire, penso al 110%, recuperando un territorio in una dimensione di dignità. Ci sono case transennate da dieci anni con facciate che perdono i pezzi, questo non è ammissibile. C'è anche una partita che riguarda gli insediamenti di persone che deve essere affrontato in maniera seria, di concerto con queste comunità e con l'amministrazione comunale. Questo sia nell'area di Mirafiori sud, sia in corso Salvemini e Piazza d'Armi". 

Infine c'è un terzo punto perché è nella Circoscrizione 2 che si terrà il più grande evento cittadino dei prossimi cinque anni: "Credo che si debba dare anche alla Circoscrizione un ruolo e una sua identità all'interno del grande evento delle ATP Finals. Sono sul nostro territorio per cinque anni e dobbiamo averne un beneficio, per esempio nel settore del commercio studiando una viabilità diversa nell'area del mercato di Santa Rita è importante perché potrebbe portare grandi benefici. Oggi quando c'è una partita del Toro o un grande evento al PalaAlpitour diventa complicato anche per i commercianti"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo presidente per Mirafiori e Santa Rita: trasporti e servizi i primi dossier sul tavolo di Rolandi

TorinoToday è in caricamento