Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Liste Elezioni 2013, le grandi manovre di Pd e Sel nel torinese

Durante tutta la settimana si rincorreranno inevitabilmente per tutta la settimana: sabato infatti durante la direzione nazionale a Roma si decideranno le liste per la Camera e per il Senato

Non ci sono più dubbi. Torino (con la sua provincia) manderà a Roma dopo le prossime elezioni una truppa di politici giovani, anzi giovanissimi. Durante tutta la settimana si rincorreranno inevitabilmente per tutta la settimana: sabato infatti durante la direzione nazionale a Roma si decideranno le liste per la Camera e per il Senato.

Cesare Damiano sarà capolista alla Camera nel collegio Piemonte 1, nella quota riservata a Bersani. Luigi Bobba sarà candidato nel Piemonte 2. Così si liberano posti in lista. Torino eleggerà circa 10 deputati in caso di vittoria alla Camera del Pd. Chi non è sicuro della riconferma è Stefano Esposito.

Tra i democratici dopo le "parlamentarie" 10 sicuri di un seggio sono Damiano, Paola Bragantini (4226 voti), Francesca Bonomo (3829), Anna Rossomando(3364), Andrea Giorgis (2864), Stefano Lepri (2726), Elena Fissore (2709), Silvia Fregolent (2627), Magda Zanoni (2104) e Umberto D’Ottavio (2025)

Per Sel potrebbe essere capolista al Senato il leader della Fiom Airaudo. In casa Vendola il segretario provinciale Curto e la consigliera regionale Cerutti sono sicuri di un posto alla Camera dei deputati. Carla Mattioli, ex sindaco Pd di Avigliana passata a Sel pochi giorni fa, potrebbe secondo La Stampa intercettare il voto del mondo No Tav

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liste Elezioni 2013, le grandi manovre di Pd e Sel nel torinese

TorinoToday è in caricamento