Politica Centro

Torino Libera: "A che punto sono gli sviluppi per liberare Rossella Urru?"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Ad ottobre, nella notte tra il 22 e il 23, è stata rapita Rossella Urru rappresentante del Cisp (Comitato Internazionale per lo sviluppo dei popoli) insieme a due cooperanti spagnoli nel campo profughi di Rabboni nel sud dell'Algeria vicino a Tinduf. Della fine che abbia fatto la giovane si sa ben poco. Le uniche notizie ufficiose diffuse dai media indicano, che forse, è in mano ad un gruppo scissionista di Al Qaeda per il Magreb islamico.

Sono passati poco più di tre mesi, ed è calata l'attenzione e il silenzio sulla vicenda sia da parte delle istituzioni che dall'opinione pubblica. Per quale motivo? Soltanto in Sardegna, terra d'origine della Urru, vengono effettuate manifestazioni e mobilitazioni popolari per richiamare l'attenzione pubblica.

Il consigliere comunale Ferdinando Berthier di Torino Libera ha presentato, questa mattina, un Ordine del giorno per evitare che vengano spenti i riflettori sul sequestro della cooperante sarda. Nel documento si invita il Governo italiano a mettere in campo tutte le azioni necessarie tramite i Governi degli stati interessati, gli Organismi internazionali per accelerare la liberazione di Rossella Urru e dei due cooperanti spagnoli, e affinchè venga esercitata una pressione mediatica sul caso.

"Mi sorge un dubbio - afferma provocatoriamente Berthier. Ma si sta promuovendo lo stesso impegno e determinazione avuto in altre occasioni per sensibilizzare sia le istituzioni che l'opinione pubblica e per chiedere la liberazione dei rapiti? Mi auspico, che l'Amministrazione comunale, ponga la stessa attenzione come recentemente accaduto in altri sequestri, per il caso di Rossella"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino Libera: "A che punto sono gli sviluppi per liberare Rossella Urru?"

TorinoToday è in caricamento