Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Proposta in Regione: "Stop ai distributori di merendine e bevande"

Vietare nei luoghi che hanno funzione pubblica, come le scuole, i distributori automatici di merendine e bevande come tè e caffè. Questa è la proposta di legge regionale di due consigliere del Pd

Le consigliere regionali del Pd Angela Motta e Gianna Pentenero chiedono di bandire i distributori automatici di merendine e bevande (come tè e caffè) dalle scuole e da tutti quei luoghi che hanno una funzione pubblica. Il motivo è semplice e si ricollega ad una dieta sana, che queste macchinette comprometterebbero, soprattutto se messe a disposizione dei minori.

"Un'alimentazione sana ed equilibrata - scrivono nella proposta di legge regionale - costituisce un'importante premessa per una perfetta crescita ed un adeguato sviluppo dei bambini ed adolescenti. E' fondamentale intervenire fin dall'infanzia per supportare ed indirizzare adeguatamente il formarsi di un'adeguata coscienza alimentare".

Una proposta che potrebbe trovare parecchi ostacoli, ma loro non si scompongono, vista la natura per cui la hanno studiata. "Con questa proposta intendiamo garantire l'adeguatezza degli apporti nutrizionali di alimenti e bevande somministrati tramite distributori automatici ed in ogni luogo che ha funzione pubblica accessibile in particolare ai minori, al fine di sostenere l'adozione di corretti stili di vita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proposta in Regione: "Stop ai distributori di merendine e bevande"

TorinoToday è in caricamento