Lunedì, 17 Maggio 2021
Politica

"Nuova legge regionale sulla panificazione è un marchio di garanzia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Da ieri sera la tutela del pane artigianale e del lavoro dei panettieri è finalmente legge. Grazie al voto del Consiglio regionale nella nostra Regione è stata approvata una legge che mira a difendere il produttore artigianale riconoscendogli la qualità del lavoro svolto e l'eccellenza del prodotto, ma che guarda anche al consumatore perché pone chiari vincoli di igiene e sicurezza all'interno dei processi produttivi.

Siamo soddisfatti dell’approvazione della proposta di legge di cui sono prima firmataria che ha come obiettivo principale quello di suscitare l’attenzione sul tema della sicurezza alimentare nei confronti della panificazione, a tutela del consumatore.

Il passo successivo nell’attuazione della legge potrà essere quello di creare un marchio dell’eccellenza artigiana, una spiga ad esempio, che identifichi nella nostra regione il “pane fresco”. Ricordiamo invece che di fatto circa l'80% del pane che viene commercializzato in Piemonte così come nelle altre regioni viene consumato da 3 a 6 mesi dopo essere stato impastato nei grandi panifici industriali.

Inoltre, la legge va a colmare una deficienza nell'azione normativa della Regione, a qualificare le produzioni per chi è affetto da particolari intolleranze o patologie, come la celiachia.

Dunque un contributo concreto all’eccellenza artigiana, finora sancita solo formalmente con una legge della passata legislatura, e soprattutto un’attenzione a uno dei componenti del nostro pasto di cui vorremmo avere la garanzia della genuinità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Nuova legge regionale sulla panificazione è un marchio di garanzia"

TorinoToday è in caricamento