Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

La Lega: "Il Comune revochi la cittadinanza onoraria a Saviano"

Ricca e Benvenuto: "Saviano non solo non è mai neanche venuto a Torino per il riconoscimento che la Città gli ha voluto attribuire, ma ha anche, in più occasioni, disprezzato, denigrato ed insultato i Piemontesi"

La guerra delle cittadinanze onorarie è iniziata. Dopo la revoca dell’onorificenza a Benito Mussolini (conferita al Duce nel 1924, ovvero 90 anni fa) adesso la Lega Nord propone di togliere la cittadinanza onoraria a Roberto Saviano.

“Il Consiglio comunale si prende la briga di revocare la cittadinanza onoraria a gente ormai defunta da decenni, noi chiediamo che venga fatto anche per i vivi che hanno più volte dimostrato di non meritarla. Roberto Saviano è uno di essi”, dice Fabrizio Ricca, capogruppo della Lega Nord in Comune a Torino, assieme ad Alessandro Benvenuto, segretario provinciale del Carroccio torinese.

“Saviano – aggiungono Ricca e Benvenuto -, sulla carta Cittadino torinese da più di quattro anni e condannato per plagio e diffamazione, non solo non è mai neanche venuto a Torino per il riconoscimento che la Città gli ha voluto attribuire, ma ha anche, in più occasioni, disprezzato, denigrato ed insultato i Piemontesi, definendoli di gran lunga inferiori ai suoi reali concittadini. Crediamo, quindi – concludono i due leghisti -, che si debba al più presto cancellare il nome del signor Saviano dagli elenchi della nostra Città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega: "Il Comune revochi la cittadinanza onoraria a Saviano"

TorinoToday è in caricamento