Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Aumenta la disoccupazione in Piemonte, 59mila in cig

Un'informativa dell'assessore al lavoro Claudia Porchietto fotografa una situazione difficile. Giovani, donne, ultracinquantenni e stranieri nelle condizioni lavorative peggiori

La situazione economica del Piemonte non sorride ai lavoratori, particolarmente alle fasce più deboli. L'informativa portata ieri in III Commissione dall'assessore regionale al lavoro Claudia Porchietto lascia preoccupati. La disoccupazione è in aumento, soprattutto fra i giovani e le donne. 

Stranieri e ultracinquantenni, particolarmente difficili da ricollocare nel mercato del lavoro, costituiscono oltre la metà dei lavoratori in mobilità: su 46mila persone, 6mila non sono italiani e ben 20mila sono vicini alla pensione. In 59mila sono in cassa integrazione, di cui 35mila nella sola provincia di Torino.

Fra i provvedimenti utili a migliorare la situazione, una comunicazione della Regione cita il Piano per la competitività 2011-15, il Piano triennale dell’Ict; il Piano giovani al Piano strategico triennale sull’internazionalizzazione e il Piano di credito per le aziende piemontesi. A cui dovrebbe aggiungersi un potenziamento dei corsi professionalizzanti e un'evoluzione dei cantieri di lavoro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenta la disoccupazione in Piemonte, 59mila in cig

TorinoToday è in caricamento