rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Indebitamento troppo alto, Fitch ipotizza declassamento del Comune

Il centrodestra va all'attacco. Ghiglia (Pdl): "Stanno venendo fuori i danni della dissennata amministrazione Chiamparino". Carossa(Lega Nord): "Il declassamento potrebbe avere effetti devastanti"

Polemiche dopo la notizia pubblicata ieri dal Sole 24 Ore secondo cui l'agenzia Fitch starebbe valutando di ritoccare al ribasso le prospettive di rating del Comune di Torino, a causa del grosso indebitamento.

"Stanno venendo fuori i danni della dissennata amministrazione Chiamparino da noi denunciati per anni ma 'coperti' dal mito olimpico", dice Agostino Ghiglia, vice coordinatore vicario del Pdl Piemonte. "Già qualche mese fa, alla fine dell'era Chiamparino - dice Ghiglia - Torino era salita al vertice della classifica della Cgia di Mestre con il debito più alto tra i comuni capoluogo italiani. Le prospettive, passate da 'stabili' a 'negative' dei conti sono il frutto di una non più sostenibile assenza di una giusta programmazione economico finanziaria oltre l' "una tantum'".

Mario Carossa, capogruppo della Lega Nord: "Il declassamento potrebbe avere effetti devastanti sulla capacità di Torino o di pagare in futuro i suoi debiti. Che fine hanno fatto le rassicurazioni continue dell'assessore al Bilancio che ha sempre detto di avere tutto sotto controllo?". Incalza Maurizio Marrone, coordinatore vicario Pdl Torino: "é necessaria una rivoluzione strutturale del Comune o il crack della città sarà inevitabile. L' analisi di Fitch dipinge un Comune con l'acqua alla gola, la sinistra non può perseverare con soluzioni-cerotto come tagli simbolici o la svendita del patrimonio immobiliare a colpi di varianti al piano regolatore".
(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indebitamento troppo alto, Fitch ipotizza declassamento del Comune

TorinoToday è in caricamento