I controviali in città destinati a bici e pedoni? Ecco la proposta di Fassino

Non cala l'attenzione sulla sicurezza per chi in città si sposta sulle due ruote. Ieri mattina l'incontro tra il sindaco e l'associazione Bike Pride

Il sit in dei ciclisti davanti al Comune, qualche giorno fa

Torino come le grandi città europee. Dall'incontro di ieri mattina fra il sindaco Piero Fassino, l'assessore alla Viabilità Claudio Lubatti, l'assessore all'Ambiente Enzo Lavolta e alcuni rappresentanti dell'associazione Bike Pride Fiab per fare un bilancio sulle azioni e sugli impegni presi in merito al Biciplan, è emersa la volontà del primo cittadino di attuare un'iniziativa interessante.

Quella cioè di destinare parte della carreggiata dei corsi di Torino alle biciclette, come avviene già a Parigi e in altre metropoli dell'Europa del nord. Di fatto viene ricalcata così la proposta dell'associazione Bike Pride di trasformare tutti i controviali in aree pedonali

Ed entro la prossima settimana si scenderà nei dettagli. Sempre su proposta del sindaco infatti, è prevista la convocazione di un incontro tra tecnici, assessori e associazioni dei ciclisti per la co-progettazione delle prossime piste ciclabili. Non si spegne dunque l'attenzione che in questi giorni si è sollevata sulla sicurezza per chi si sposta sulle due ruote, in seguito agli incidenti mortali che poco più di una settimana fa hanno coinvolto in città due ciclisti.

Dall'incontro di ieri non è però ancora emersa una garanzia sugli investimenti per il finanziamento del Biciplan, per il quale Bike Pride -  al fine di garantire una copertura economica continuativa nel tempo - ha rinnovato la richiesta di destinarvi il 15% della percentuale delle multe per la sicurezza stradale.

Si tratterebbe del 50% delle sanzioni totali e quantificando la cifra, non si scenderebbe al di sotto dei 2 milioni di euro. A questo proposito, un'altra idea del primo cittadino sarebbe quella di intervenire anche retroattivamente su progetti già in fase di realizzazione, come la copertura del passante ferroviario. Questo per adeguare quanto progettato alle indicazioni del Biciplan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Torino, abbraccia e bacia una bambina di sette anni al parco: arrestato

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Meteo, Torino e il Piemonte avvolti dall'aria artica dalla Groenlandia: è in arrivo la neve

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

  • Come cambia il mercato immobiliare di Torino dopo il lockdown: l'analisi quartiere per quartiere

Torna su
TorinoToday è in caricamento