Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Consiglio regionale: la procura indaga sulle finanze dei gruppi

Già inseguiti dal polverone Polverini, i consiglieri regionali accelerano tagli e provvedimenti sulla trasparenza, mentre il procuratore aggiunto Andrea Beconi e il pm Enrica Gabetta acquisiscono documentazione

Dopo l'annuncio dei tagli ad autocertificazioni, numero di consiglieri e viaggi gratuiti, le finanze regionali passano sotto l'attenzione degli inquirenti. E' partita in questi giorni un'inchiesta conoscitiva coordinata dal pm Enrica Gabetta e dal procuratore aggiunto Andrea Beconi, che stanno lavorando all'acquisizione dei documenti necessari da palazzo Lascaris.

Sotto i riflettori in particolare i bilanci dei gruppi, e le rendicontazioni delle spese colpite dai tagli. Può essere dovuta a questa attività l'accelerata data negli ultimi allo sfoltimento di autocertificazioni e rimborsi, anche se naturalmente al momento non sono ancora state formulate accuse precise.

All'interno del consiglio regionale, intanto, si discute di trasparenza: molti capigruppo hanno chiesto ieri di rendere pubblici i bilanci dei gruppi, a partire dal capogruppo Pd Aldo Reschigna, Davide Bono del Movimento 5 stelle e con l'appoggio di Mario Carossa della Lega Nord. Roberto Cota si è dichiarato favorevole ad intervenire sul tema. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio regionale: la procura indaga sulle finanze dei gruppi

TorinoToday è in caricamento