Martedì, 21 Settembre 2021
Politica

Inceneritore di Vercelli: question time di Sinistra e Libertà domani in Regione

"Restiamo allibiti dalle notizie apparse sulla stampa nei giorni scorsi in merito ad un presunto accordo tra le Province di Biella, Vercelli, Novara e VCO relativamente allo smaltimento di tutti i rifiuti indifferenziati attraverso combustione in un unico impianto sito a Vercelli"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

La politica dei rifiuti ha bisogno di una seria pianificazione e non di estemporanei momenti di comunicazione. Restiamo allibiti dalle notizie apparse sulla stampa nei giorni scorsi in merito ad un presunto accordo tra le Province di Biella, Vercelli, Novara e VCO relativamente allo smaltimento di tutti i rifiuti indifferenziati attraverso combustione in un unico impianto sito a Vercelli.

La leggerezza con cui si danno certi annunci è ancor più grave nell'ipotesi del sito individuato poiché l'impianto vercellese, che sconta obsolescenza e problemi di natura ambientale, da anni dovrebbe essere chiuso. A fronte delle dichiarazioni dell'Assessore provinciale all'Ambienta di Biella, Fausto Governato, che annuncia la possibilità di riqualificare, potenziare e proiettare nel futuro la stessa struttura riteniamo una follia quella di farvi bruciare 160mila tonnellate di rifiuti l'anno.

La recentissima legge sulle ATO, su cui non abbiamo mai nascosto le nostre perplessità, prevede che interventi strategici e fortemente impattanti dal punto di vista ambientale, quali gli inceneritori, siano funzioni concertate d'intesa con la Giunta regionale. Per questa ragione abbiamo presentato un'interrogazione a risposta immediata per il Consiglio di domani, per comprendere se siamo a livello di dichiarazioni giornalistiche o se in realtà ci sia un qualcosa di concreto in quello che abbiamo appreso, concordato con la Giunta regionale.

Auspicheremmo che su una materia tanto delicata ed importante non si procedesse a spizzichi e bocconi. Occorre una programmazione adeguata, senza la quale assisteremo ad un fenomeno piuttosto antipatico di proliferazione di progettazione di impianti di incenerimento disseminati per la nostra Regione. Le finalità di questo modo di agire esulerebbero dalla stessa gestione dei rifiuti inserendosi piuttosto in un pericoloso filone di interessi economici, vanificando i tanti sforzi fatti dagli Enti Locali in ambito ambientale, della differenziazione dei rifiuti e della riduzione degli stessi, finalità che per noi restano principali obiettivi da perseguire in questo ambito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inceneritore di Vercelli: question time di Sinistra e Libertà domani in Regione

TorinoToday è in caricamento