Martedì, 19 Ottobre 2021
Politica

Più luci al sottopasso "Vincenzo Mina": il Comune dice sì

Il sottopasso "Vincenzo Mina", da mesi completamente al buio, sarà finalmente illuminato a dovere. Approvata la mozione presentata da Ferdinando Berthier (Torino Libera)

E luce fu. Il sottopasso "Vincenzo Mina" che collega corso Grosseto a corso Ferrara sarà, finalmente illuminato a dovere. La mozione per la sua messa in sicurezza, presentata in Aula da Ferdinando Berthier (Torino Libera), è stata approvata a larga maggioranza.

Un sottopasso decisamente pericoloso il "Vincenzo Mina", realizzato nel 1989 in occasione della costruzione dello Stadio delle Alpi. Da circa un mese, in direzione corso Ferrara, era, infatti, sprovvisto dell'illuminazione necessaria. La mancanza di guardrail e la ridotta larghezza dello spartitraffico contribuivano a creare una situazione di grave pericolo per tutti i viaggiatori che si trovavano a dover viaggiare sulla tratta. Malgrado le ripetute sollecitazioni, nessuno ha provveduto a sostituire le lampade mancanti e la presentazione della mozione da parte di Ferdinando Berthier è apparsa, quantomeno, doverosa.

Durante la discussione in Aula che ha permesso alla mozione di essere approvata, sono intervenuti anche Silvio Viale (Pd), sostenendo la necessità di rivedere completamente l'impianto di illuminazione e Marco Grimaldi (Sel), fermo sul rispetto del contratto di servizio da parte di Iren.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più luci al sottopasso "Vincenzo Mina": il Comune dice sì

TorinoToday è in caricamento