Lunedì, 15 Luglio 2024

'Tav uguale Mafie', i Radicali contro la storica scritta: "Chiederemo al Comune di toglierla"

L'annuncio da parte di Igor Boni, il presidente di Radicali Italiani, che è stata alla pietraia della montagna che da anni ospita quella scritta

Il Comune di Almese deve rimuovere la scritta 'Tav uguale Mafie' dal monte Musinè. È quanto richiesto da Igor Boni, presidente di Radicali Italiani, che ieri - mercoledì 23 agosto - è stato alla pietraia della montagna che da anni ospita la scritta. 

"Tale scritta è evidentemente offensiva", spiega Boni, "esula dalla legittima opinione contraria all'Alta Velocità, proponendo una equivalenza priva di ogni fondamento. Dopo molti anni nei quali la scritta è rimasta impunemente esposta occorre intervenire". Così i Radicali hanno inviato una istanza popolare al Comune di Almese chiedendo che venga rimossa la scritta. L'istanza è stata formulata a norma dell'articolo 39 dello Statuto comunale di Almese, dopo aver verificato che il terreno sulle pendici del Monte Musinè sul quale da anni è esposta la scritta è di proprietà del Comune.

La scritta è ben visibile da tutte le vie di comunicazione della Valle di Susa nazionali e internazionali, stradali e ferroviarie: "Al di là delle ipotesi concrete di violazione di legge che verificheremo, è evidente che il Comune di Almese, proprietario del terreno, debba provvedere a eliminare la scritta impedendo che venga riposizionata. Siamo stati sulla pietraia che la ospita; avremmo potuto noi stessi eliminarla o modificarla come avvenuto in passato. Ma la cosa più giusta è semplicemente procedere secondo la legge e chiedere a chi è proprietario del terreno di provvedere, che è il Comune, una istituzione pubblica che rappresenta tutti i cittadini".
 

Video popolari

TorinoToday è in caricamento