Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Politica Via Macerata

Degrado e spaccio ai giardini, i residenti: “Servono le telecamere”

L’amministrazione si è impegnata a risolvere i problemi dell’area

Potrebbero presto essere dotati di telecamere i giardini di via Macerata che presto saranno intitolati all'egittologo Ernesto Schiaparelli. Al sopralluogo di martedì 25 settembre, sono intervenuti l'assessore all'Ambiente e al verde pubblico Alberto Unia, il presidente della Circoscrizione 4 Claudio Cerrato, il capogruppo dei Moderati Silvio Magliano che con un'interpellanza aveva già evidenziato i problemi dell'area, il maestro Massimo Ghiotti autore della scultura al centro del giardino, la direttirce della scuola d'Infanzia vicina, Rosalba Albanese e alcune mamme.

Le problematiche 

A margine dell’incontro sono state messe nuovamente in evidenza le problematiche della zona. La scultura di Ghiotti, già vandalizzata anni addietro e ripulita solo lo scorso luglio, è stata nuovamente imbrattata di scritte senza contare che l’area, già dal pomeriggio, è frequentata da spacciatori e nella via accanto, dove c’è la scuola materna Bovetti, le mamme e la preside sono comprensibilmente  preoccupate. Gli stessi genitori, un anno fa avevano segnalato il problema a Unia. 

Le promesse

Di notte inoltre, gli schiamazzi non lasciano dormire i residenti e infine, davanti ai box vicini sotterranei vicini, di proprietà del Comune, vengono continuamente abbandonati rifiuti di ogni genere. “La Città si è impegnata a intervenire - ha detto Magliano soddisfatto -, chiudendo gli ingressi ai box al piano interrato, attualmente ricettacolo di degrado, e rifacendo la pavimentazione dell'area giochi. Questa è la politica che mi piace: fuori dal palazzo, sul territorio. L'auspicio è che l'area verde possa essere presto nelle condizioni migliori per la cerimonia di intitolazione all'egittologo Ernesto Schiaparelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado e spaccio ai giardini, i residenti: “Servono le telecamere”

TorinoToday è in caricamento