Politica

Polemica in casa Pd: Gariglio annuncia querela contro Lucà

Le parole del parlamentare del Pd Lucà hanno scatenato l'ira di Gariglio, per l'uso di "un linguaggio che potrebbe lasciar intendere che gruppi criminali di origine calabrese" avrebbero potuto sostenerlo alle scorso primarie

Le dichiarazioni del parlamentare del Pd Mimmo Lucà nella trasmissione "Presa Diretta" su Rai 3, sulle scorse primarie per trovare il candidato sindaco di Torino, potrebbero creare qualche scompiglio all'interno del partito. Il primi sfidante di Fassino, Davide Gariglio, ha annunciato che querelerà il deputato per "un linguaggio che - secondo il consigliere regionale - potrebbe lasciar intendere che gruppi criminali di origine calabrese" avrebbero potuto sostenerlo. Alla fine Lucà si è scusato con Gariglio e il segretario del Pd di Torino, Paola Bragantini, ha rimarcato la correttezza della consultazione.

Lucà - ha sottolineato Gariglio - ha riferito al giornalista che "c'era 'un problema con i calabresi', continuando poi con un linguaggio ermetico e allusivo che potrebbe lasciar intendere che gruppi criminali di origine calabrese mi avrebbero potuto sostenere nelle primarie. Invito il parlamentare ad andare in Procura se ha sentore di eventuali personaggi sospetti tra i miei elettori. Non sono però disposto - ha concluso - ad accettare illazioni sui rapporti e sui sostegni che ho avuto".

Non si sono fatte attendere le scuse di Mimmo Lucà e una sorta di chiarimento. "Non era assolutamente mia intenzione - ha chiarito Lucà successivamente - generare equivoci sulla qualità e trasparenza del sostegno elettorale ricevuto da Gariglio in occasione delle primarie torinesi. Ho chiarito ogni aspetto con il procuratore della repubblica Giancarlo Caselli e non è certo mia intenzione aprire una polemica né politica né giudiziaria con il collega di partito Gariglio". Il segretario del Pd torinese, Paola Bragantini, è intervenuta in serata, dicendosi "certa che le parole dell'on. Lucà non intendessero gettare alcuna ombra su Gariglio e tantomeno sul percorso delle primarie di Torino, che non può essere in alcun modo messo in dubbio nella sua trasparenza e legittimità". (Ansa)
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica in casa Pd: Gariglio annuncia querela contro Lucà

TorinoToday è in caricamento