menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gariglio confermato segretario del Pd, tagliati 4 membri del direttivo

Respinte le dimissioni del segretario del Pd piemontese, Davide Gariglio, messe sul piatto dopo la vicenda delle firme false e via libera ad una segreteria più snella composta da 15 membri, anziché 19

Come facilmente prevedibile, le dimissioni di Davide Gariglio sono state respinte ed è stato confermato segretario regionale del Pd anche dopo la vicenda delle firme false che si è chiusa la scorsa settimana con la sentenza del Tar. Con la riconferma però qualcosa è cambiato: il numero dei componenti della segreteria regionale ad esempio è stato ridotto da 19 membri a 15.

Il pronunciamento del Tar sulle firme false dovrebbe segnare un cambiamento nel Partito Democratico, almeno da quanto detto dal segretario Gariglio che ha citato Gandhi per esortare i suoi a "diventare il cambiamento che vogliamo vedere". Tradotto significa che "il Pd deve fare il partito e non l'associazione culturale o la bocciofila" ha incalzato il segretario piemontese del partito. "Non dobbiamo appaltare la linea del cambiamento agli eletti nelle istituzioni, ma piuttosto dare a questi una visione" frutto di un dialogo costante tra la segreteria e i circoli, "mantenendo un aggancio con i corpi intermedi".

Quanto alla limatura alla segreteria, Gariglio non vi ha fatto alcun accenno diretto, ma ha sostenuto che ”serve una fase nuova, una segreteria regionale a cui viene affidato il compito di guidare l'azione politica, che faccia da cabina di regia, perché abbiamo bisogno di ricomporre un indirizzo politico". 

Infine il segretario ha parlato di unità tra le diverse anime del Pd: “Le diversità tra le posizioni non vanno annichilite, sono una risorsa, ma dobbiamo al nostro interno sanzionare chi alimenta la polemica. Mi piacerebbe leggere sui giornali che il Pd ha fatto o detto una cosa, non che l Pd ha sbracato o litigato. Alla gente - ha concluso - interessa che facciamo le cose che sono state annunciate, non i nostri dibattiti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento