Forza Italia dice no al decreto Dignità di Di Maio: "In Piemonte a rischio 1500 posti di lavoro"

I rappresentanti piemontesi ostacoleranno in Parlamento l'approvazione dell'atto

Luigi Di Maio

“Di Maio passerà alla storia per essere riuscito a tramutare il Ministero del Lavoro in Ministero della Disoccupazione. In Piemonte quando entrerà in vigore il decreto saranno a rischio 8mila posti di lavoro dando un’occhiata ai numeri totali di contratti flessibili che esprime la nostra regione”. Lo hanno affermato il Coordinatore regionale di Forza Italia Gilberto Pichetto, il capogruppo del partito in Commissione Lavoro Paolo Zangrillo, gli onorevoli Claudia Porchietto e Roberto Rosso, la senatrice Virginia Tiraboschi. Erano presenti l’eurodeputato Alberto Cirio e Andrea Fluttero e Andrea Tronzano, rispettivamente capogruppo e vicecapogruppo di Forza Italia in Regione Piemonte.

La situazione in Piemonte

I parlamentari piemontesi di Forza Italia hanno spiegato come in Piemonte nel 2017 risultano essere attivi 602mila486 contratti a tempo determinato. I rapporti di lavoro sui quali potrebbe influire la scure del decreto Dignità sono oltre 571mila posti di lavoro, composti dai contratti di lavoro a tempo determinato, contratti di somministrazione e intermittenti. Secondo una elaborazione effettuata di questi quasi 30mila sono i contratti iniziati dal 1 gennaio 2016 e il 31 dicembre 2017 ancora in essere ad oggi la cui durata è prevista tra 366 e 730giorni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Con questi numeri – hanno spiegato gli esponenti di Forza Italia – non è sicuramente fantascienza pensare che saranno a rischio fino a 1500 posti di lavoro nella nostra regione, pensando anche alla conseguenza della reintroduzione delle causalità nei contratti. E’ evidente quindi che la rappresentanza piemontese di Forza Italia in Parlamento farà tutto il possibile per ostacolare l’approvazione di questo decreto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • Ambulante positivo al coronavirus va al mercato a vendere frutta e verdura: denunciato

  • Tragedia nel bosco: ragazzina di 16 anni trovata impiccata a un albero

  • "L'abbraccio tricolore" delle Frecce, lo spettacolo nel cielo di Torino: foto e video

  • Uccide una donna a colpi di pistola nel piazzale del supermercato, poi si costituisce

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

Torna su
TorinoToday è in caricamento