Regione, sei milioni di euro per promuovere l'aeroporto di Torino

Investimenti anche per Cuneo Levaldigi

Sei milioni di euro dalla Regione per l'aeroporto di Torino Caselle. La Giunta regionale ha approvato un protocollo d’intesa con le due società che gestiscono gli aeroporti piemontesi – Sagat Spa e Geac Spa, rispettivamente società di gestione degli scali di Torino e di Cuneo Levaldigi –  con l’obiettivo di sviluppare e promuovere l’incoming turistico e ampliare i collegamenti aerei verso il Piemonte. In particolare il documento prevede la messa a punto di un piano di attività condiviso, che comprenderà azioni di co-marketing e piani di promozione turistica: avrà la durata di tre anni e a disposizione un budget complessivo fino a 12 milioni di euro. L’investimento regionale sarà pari a sei milioni di euro, a fronte di un pari co-finanziamento ripartito tra Sagat Spa (5,4 milioni di euro) e Geac Spa (600mila euro). 

Un anno in calo per lo scalo torinese

Il 2018 si è chiuso infatti per Sagat, che gestisce lo scalo torinese, con un utile di 7.689.000, in riduzione di 3,49 milioni rispetto all’anno precedente. In calo anche il valore della produzione, al netto dei contributi e dei ricavi da personale distaccato, che è ammontato a 66 milioni 292 mila euro, in flessione di 3 milioni 683 mila euro, pari al 5,3% rispetto a quello dell’esercizio precedente. L’aeroporto di Torino ha superato per il secondo anno consecutivo la soglia dei 4 milioni di passeggeri (4.084.923), ma non è da sottovalutare la diminuzione di 91.633 unità rispetto al 2017, nonostante la crescita del traffico di linea internazionale del 2,2%.

Nuovi obiettivi 

L’obiettivo del progetto regionale è dunque attivare campagne di comunicazione con compagnie aeree interessate ad avviare nuovi collegamenti verso gli aeroporti piemontesi e aumentare il numero dei turisti in arrivo per via aerea, anche da mercati attualmente non raggiunti da tale mezzo di trasporto. Tra gli obiettivi inoltre, quello di destagionalizzare i collegamenti già presenti ma limitati, ad esempio, alla stagione invernale: la finalità in questo caso è favorire lo sviluppo dei flussi turistici sull’intero corso dell’anno per permettere a tutto il territorio regionale di beneficiarne.

"Il protocollo d’intesa - come sottolinea l’assessora al Turismo Antonella Parigi -, stanzia importanti risorse regionali per lo sviluppo del turismo incoming, all’interno di un progetto di medio termine con il quale la Regione Piemonte intende, insieme agli aeroporti e avvalendosi del supporto di DMO Piemonte Marketing, avviare un piano coordinato di iniziative che permetta di rafforzare la presenza regionale in alcuni mercati esteri di riferimento e, insieme, la crescita degli arrivi negli scali del territorio".

Per la realizzazione del piano di attività la Regione Piemonte avvierà due bandi di gara distinti (uno per ciascun aeroporto) per l’affidamento dei sevizi di comunicazione e marketing che dovranno promuovere il patrimonio turistico del Piemonte in alcuni mercati target. I mercati di riferimento saranno individuati dai soggetti coinvolti nel protocollo, sulla base dello studio realizzato dall’Osservatorio turistico regionale di DMO Piemonte Marketing, che identificherà aree emergenti e destinazioni da privilegiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • Benessere psicologico: 5 comportamenti virtuosi per avere una vita più serena

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento