Mobilità sostenibile, dall'Unione Europea 8 milioni di euro per la città

Al Biciplan saranno destinati 2 milioni. Resta però da capire, nel dettaglio, come verranno utilizzati dall'amministrazione comunale i fondi Pon Metro

La protesta dei ciclisti ieri, davanti al Comune

Saranno 8 i milioni di euro dei fondi Pon Metro dell'Unione Europea che l'amministrazione torinese utilizzerà per la "mobilità sostenibile". Questo è ciò che è emerso dalla riunione congiunta delle commissioni Ambiente e Mobilità della città di Torino, presieduta da Maurizio Trombotto, mentre davanti al palazzo comunale si radunavano per chiedere più sicurezza per le strade, i rappresentanti di Bike Pride e di altre associazioni delle due ruote.

La Giunta intenderebbe ripartire i fondi a disposizione per la mobilità sostenibile nel modo seguente: 2 milioni per proseguire con gli interventi previsti nel Biciplan; 1 milione per la pedonalizzazione di via Monferrato; tra i 2 ed i 2,5 milioni per la zona 30 di corso san Maurizio, come suggerito da Bike Pride nel 2014;  500 mila euro per realizzare sul territorio urbano altre stazioni per le biciclette e 2,8 milioni circa da destinare all'infomobilità.

Proprio su quest'ultimo punto però lo stesso Trombotto esprime qualche perplessità: "La cifra destinata all'Infomobilità, se non è spiegata bene, appare decisamente sovradimensionata, rischiando di sembrare uno spreco". L'attuale strumento del Bunet infatti - un progetto a sostegno della mobilità ciclabile ideato dalla Città di Torino e dalla Città Metropolitana - sarebbe costato 20 mila euro circa: una bella differenza rispetto alla somma che si è pensato di destinare a una iniziativa analoga.

Ma sono diversi i punti sui quali far luce. Per esempio, nel dettaglio, come verranno utilizzati i 2 milioni destinati al Biciplan? Senza contare che non si hanno pù notizie di diversi progetti sostenuti in passato dalla Giunta e illustrati dall'assessore alla Viabilità Claudio Lubatti. Ad esempio, resta da capire che fine ha fatto il progetto di una zona 30 estesa all'intero quartiere di Vanchiglia vecchia.

La mozione era stata approvata in Consiglio Comunale e in autunno avrebbe dovuto essere pronto il piano per dar vita all'area residenziale con un basso limite di velocità delle auto e con annesse sistemazioni di strade e aree verdi. Nella prossima commissione dedicata al tema della sostenibilità, forse si riuscirà ad andare più a fondo.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Maestra d'asilo licenziata per un video hard mandato su Whatsapp al fidanzato: tutta la storia

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Il primario della rianimazione di Rivoli è positivo al covid: aveva invitato i negazionisti "a farsi un tour in reparto"

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

Torna su
TorinoToday è in caricamento