rotate-mobile
Domenica, 25 Febbraio 2024
Politica Centro / Corso Inghilterra

Allarme sui fondi PNRR, tre sindaci della cintura scrivono a Lo Russo: "312 Comuni rischiano l'esclusione"

Meno di 60 giorni per presentare i progetti al ministero

In ballo ci sono oltre 120 milioni di euro di fondi del PNRR da investire per la rigenerazione urbana dei Comuni del torinese, ma, secondo i consiglieri della 'Lista Civica per il territorio' della Città Metropolitana, sarebbero emerse difficoltà e criticità che rischierebbero di estromettere la quasi totalità dei 312 Comuni della provincia dall'utilizzo delle risorse. Tra i firmatari dell'appello-allarme ci sono anche Andrea Tragaioli, sindaco di Rivoli, Daniel Cannati, sindaco di Beinasco, e Fabio Giulivi, sindaco di Venaria Reale. 

Secondo i consiglieri metropolitani che hanno lanciato l'allarme solo una ventina di Comuni potrebbero avere le carte in regola per poter partecipare al bando e dunque essere selezionati per la realizzazione sul proprio territorio di lavori legati a questa tornata di fondi del PNRR. Questo perché i criteri di selezione sarebbero troppo stringenti.

"I tempi ristretti per la stesura degli elaborati, la pandemia che vede gli uffici dei Comuni spesso svuotati dalle quarantene e il recente insediamento degli organi della Città Metropolitana consiglierebbe la richiesta di un rinvio così da poter approfondire in maniera più elaborata temi che determineranno il futuro dei nostri territori", scrivono in una nota che indirizzano a Stefano Lo Russo, sindaco della Città Metropolitana. 

I tempi per la presentazione dei progetti sono quasi proibitivi: in meno di 60 giorni dovranno essere scritti e selezionati i piani da parte dei singoli Comuni o di consorzi di Comuni. Progetti che devono prevedere percorsi di rigenerazione urbana che tengano conto delle problematiche socio economiche dei territori. 

"Ci appelliamo alle parole spese nel giorno dell'insediamento da Lo Russo in merito alla sua disponibilità nell'affrontare insieme questi e altri temi per chiedere un vero confronto al fine di poter contribuire al miglioramento di tali procedure. Altrimenti si rischia di rimanere spettatori impotenti di un percorso che rischia di creare già una frattura insanabile con tutto quel territorio diverso dalla Città di Torino che a parole si voleva tutelare e valorizzare", hanno concluso i consiglieri della 'Lista Civica per il territorio'. Viene così chiesta l'istituzione urgente di una cabina di regia che coinvolga i consiglieri metropolitani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allarme sui fondi PNRR, tre sindaci della cintura scrivono a Lo Russo: "312 Comuni rischiano l'esclusione"

TorinoToday è in caricamento