Trasporti post-fase 1, Appendino: “Cambiare le abitudini, la bici importante strumento di mobilità"

Poi si rivolge a chi si affaccia al balcone per criticare: “Non concentratevi su chi passa in strada, guardate accanto, ai vostri vicini e chiedete loro se hanno bisogno di qualcosa perché la fase 2,3,4 la supereremo con la gentilezza"

Chiara Appendino

La mobilità in città è uno dei grandi temi dell’immediato futuro, di tutto il periodo di convivenza con il coronavirus. In attesa delle regole e disposizioni nazionali, che saranno omogenee per il trasporto pubblico, a Torino la sindaca Chiara Appendino avverte: “È chiaro che il trasporto pubblico collettivo sarà totalmente diverso da come siamo abituati a utilizzarlo e questo significa che accanto al trasporto pubblico dovremo intensificare la mobilità individuale e sostenibile”. 

Invito ad utilizzare la bicicletta

Nel suo intervento di venerdì 24 aprile via facebook la Sindaca va direttamente al punto: “Ora, lo dico chiaramente: non tutti possiamo utilizzare la bicicletta, ma per chi può e ha sempre utilizzato l’auto, la bici sarà uno strumento importante di mobilità. Non tutti potranno muoversi in auto in città, perché la città non è in grado di sostenere un traffico solo sulla mobilità individuale per le auto, sarà molto importante che ciascuno di noi si metta nella possibilità - se possibile - di utilizzare un mezzo alternativo all’auto per non sovraccaricare i mezzi pubblici”.

Ci saranno più spazi ciclabili e tra le alternative proposte, quindi, vengono compresi anche i monopattini. Guardando alla mobilità del domani, Appendino assicura: “Trasporto pubblico collettivo garantito sempre, ma ridotto dal punto di vista della capienza, investimenti del ministero e conseguente rafforzamento della mobilità alternativa”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’appello: “Aiutatevi a vicenda, la fase 2 la supereremo con la gentilezza”

A chi scrive “Troppa gente in strada”, la sindaca ribatte con i dati: oltre il 95% delle persone controllate si comporta bene. E a chi si lamenta che quando si affaccia al balcone vede un movimento eccessivo di persone, Appendino risponde: “Ripeto e chiudo: i controlli li fanno le forze dell’ordine e le istituzioni preposte”. Poi si rivolge a chi si affaccia al balcone per criticare: “Vi chiedo di fare una cosa: non concentratevi su chi passa in strada, guardate accanto a voi, ai vostri vicini e chiedete loro se hanno bisogno di qualcosa perché la fase 2, 3, 4 la supereremo con la gentilezza, non con la rabbia o con l’astio”.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: in Piemonte centri commerciali chiusi il sabato e la domenica (tranne gli alimentari)

  • Torna l'ora solare, lancette indietro di 60 minuti: quando e perché si dormirà di più

  • Coronavirus: ordinanza Piemonte, stop agli alcolici dopo le 21 e attività chiuse a mezzanotte

  • Torino: positiva al coronavirus esce e va in giro, denunciata per epidemia colposa

  • Lavazza, offerte di lavoro a Torino e in provincia: le posizioni aperte

  • Incidente a Torino, auto finisce contro un palo: morta donna dopo l'urto violento

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento