menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tav, Chiamparino: "Grazie all'Europa, dimezzati i costi delle tratte nazionali"

Intanto Telt si prepara a pubblicare i bandi per la tratta francese

L'Europa andrà incontro all'Italia, purchè il Tav si faccia. Il governatore del Piemonte Sergio Chiamparino ha infatti spiegato che l'Unione Europea è disposta a finanziare al 50%, non solo la realizzazione del tunnel di base ma anche le tratte nazionali di avvicinamento.

"Il vicepresidente della Regione Auvergne-Rhone-Alp, Etienne Blanc, mi ha comunicato la buona notizia - ha riferito il presidente della Regione -. In questo modo si dimezzerebbe per l’Italia il costo della tratta nazionale, da 1,7 miliardi a 850 milioni, e si abbasserebbe di un ulteriore 10% il costo del tunnel di base. 

Una ragione in più - ha incalzato - perché domani Telt dia il via libera ai nuovi bandi per 2,3 miliardi per continuare i lavori in corso. Il governo Conte-Salvini-DI Maio metta da parte le pantomime elettorali, che mettono a rischio i finanziamenti europei, e si assuma la responsabilità politica di dare il via libera all’opera".

Proprio oggi, martedì 19 febbraio, i vertici italo-francesi di Telt si troveranno a Parigi per discutere un ordine del giorno che si riferisce alla pubblicazione di due bandi di gara per la realizzazione dell'intera tratta francese. Sezione che corrisponde poi a 45 dei 57,5 km totali, quindi ai tre quarti dell'opera. "Costi-benefici negativa e ora si parla di far partire i bandi? - commenta Francesca Frediani, consigliere regionale del M5S e convinta No Tav - Siamo impazziti? Se dovesse partire un solo appalto ci faremo sentire forte e chiaro".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento