Politica Via Pateri

Nichelino, erba alta un metro tra le lapidi del cimitero. Il sindaco: "Chiedo scusa alla Città"

Stanziati 8.000 euro per la pulizia

Foto di Pier Aurelio Diana

Prima le scuse alla cittadinanza e poi l'annuncio di una nuova fase di gestione del cimitero cittadino. Giampiero Tolardo, sindaco uscente di Nichelino pronto a correre nuovamente per il Comune, non si nasconde davanti alle denunce che in queste settimane sono state sollevate dai parenti dei defunti nichelinesi. 

I dodici campi del cimitero di Nichelino versano in uno stato di abbandono e degrado. Le erbacce sono estremamente alte tra le lapidi. Inaccettabile per chi sa che in quel luogo riposa un proprio caro. 

"Chiedo scusa alla Città", dice Tolardo, "Questo è un problema annoso che non è stato risolto dagli assessori competenti in passato. Lo sfalcio dell'erba non è mai stato definito in maniera puntuale. Noi adesso abbiamo stanziato delle risorse per dare un incarico alla ditta, che già si occupa dei servizi cimiteriali, di iniziare da oggi - mercoledì 14 luglio - anche la gestione dello sfalcio dell'erba in maniera coerente. Quattro tagli all'anno". 

In totale sono 8.000 gli euro che il Comune di Nichelino ha stanziato per il servizio di pulizia dei dodici campi del cimitero. "Abbiamo anche promosso dei progetti di pubblica utilità coinvolgendo i percettori del reddito di cittadinanza che hanno già iniziato da dieci giorni, ma sono solo due in affiancamento con il Comune e non sono ancora riusciti a ripulire tutto. Ci sono dodici campi, da oggi daremo il via a una nuova fase". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nichelino, erba alta un metro tra le lapidi del cimitero. Il sindaco: "Chiedo scusa alla Città"

TorinoToday è in caricamento