Elezioni, la novità è il tagliando antifrode: la scheda non va inserita direttamente nell'urna

Qualche indicazione utile per andare a votare

Novità delle elezioni politiche 2018 è l'introduzione del "tagliando antifrode", dotato di un codice progressivo alfanumerico, che sarà annotato al momento dell’identificazione dell’elettore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'elettore non dovrà più inserire la scheda nell'urna, ma dovrà consegnarla al presidente del seggio. Un sistema che ha l'obiettivo di impedire il voto di scambio usando schede già votate. Come si usa? Dopo che l'elettore ha votato ed ha restituito la scheda al presidente del seggio debitamente piegata, tale appendice con il tagliando è staccata dalla scheda e conservata dai componenti dei seggi elettorali, che controllano se il numero del tagliando sia lo stesso di quello annotato prima della consegna della scheda all'elettore. Solo dopo tale controllo il presidente del seggio inserisce la scheda stessa nell'urna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • CAAF Cisl a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • CAAF Cgil a Torino: sedi, orari, informazioni

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

Torna su
TorinoToday è in caricamento