Fotografie di Gabriele Bolognesi
Elezioni Regionali Piemonte

Giampiero Leo, 400 persone all'inaugurazione della campagna elettorale

Il candidato si presenta: "Insieme possiamo farcela, divisi no"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Circa 400 persone sono intervenute alla serata di lancio della campagna elettorale di Giampiero Leo: una grande dimostrazione di affetto, ma anche una testimonianza del desiderio di impegnarsi nuovamente insieme per una politica operativa e credibile. Tra i presenti, anche Maurizio Lupi, Consigliere regionale dei Verdi Verdi.

Dopo la lettura del messaggio augurale di Enrico Costa, Vice Ministro e coordinatore regionale NCD, vicino a Leo per la sua coerenza e per la sua continua azione a favore del movimento e per la diffusione dei suoi principi ispiratori, sono state presentate testimonianze di buona politica che hanno raccontato l'azione passata come punto di partenza per l'impegno futuro.

Redi Sante di Pol, presidente della Fism anche a nome delle altre Associazioni, ha ricordato il diritto alla libertà di educazione sancito dalla legge Berlinguer e ha ripercorso le battaglie combattute insieme a Leo;

Marco Brunazzi ha sottolineato il grande valore di un programma che mette la Cultura tra le priorità: una quota dello 0,4% del bilancio regionale dedicato al settore impedisce che sia trainante per il turismo, l’occupazione, i servizi, ma soprattutto limita il grande impatto sociale della Cultura. Nonostante la sua appartenenza ad altra area di pensiero politico, Brunazzi ha sostenuto come da una continuità dell’azione di Leo in Regione Piemonte trarrebbe giovamento tutto il mondo della Cultura piemontese;

Davide Rondinelli ha posto l’accento sul diritto allo studio e sull’impegno universitario;

Younis Tawfik ha invece affrontato il tema dei diritti umani e della tutela delle minoranze religiose perseguitate e di quanto ancora resti da fare in questo ambito, in tutti i luoghi, in Italia e nel Mondo;

Carmelo Lo Bue ha ripercorso il lavoro svolto insieme nell'Associazione Nuova Generazione e, in particolare, l’esperienza dello Sportello di Assistenza e Consulenza, rivolto a tutte le persone in difficoltà: oltre 700 pratiche solo nel 2013, a far data dalla sua inaugurazione, il 13 marzo.

Silvio Magliano, Vice Presidente Vicario del Consiglio Comunale, ha invitato tutti “a preferire, a esercitare un’azione di libertà fondamentale soprattutto nei momenti difficili, come quello che stiamo attraversando: se la Politica non ritornerà a essere in grado di rispondere alle persone, allora le persone smetteranno di ascoltare e tutti i nostri bei discorsi varranno solo nelle stanze di Torino e Roma in cui ci chiudiamo. Ripartire dalla persona significa lasciarsi commuovere dalle sue difficoltà e identificare soluzioni possibili”.

Per Giampiero Leo, l’emozione dell’inaugurazione è quella di una nuova prima volta, perché la campagna elettorale si presenta al contempo difficile ed entusiasmante: “Ho voluto esprimere a tutti il mio desiderio di unità, di condivisione, perché insieme possiamo farcela, divisi no. Raccontando il mio programma attraverso le parole "Libertà Esperienza Operosità" che compongono il mio cognome, ho voluto sottolineare alcuni concetti fondamentali: noi crediamo nel metodo del confronto, possiamo portarlo avanti, non facciamo battaglie "contro" qualcuno ma "per" qualcosa. Chi cerca di convincerci che la politica non sia più necessaria fa il gioco di poteri forti, dittatura e pensiero unico. La Politica è cultura ed è la radice del nostro modo di pensare la società”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giampiero Leo, 400 persone all'inaugurazione della campagna elettorale

TorinoToday è in caricamento