Mercoledì, 22 Settembre 2021
Elezioni Regionali Piemonte

Regionali, Crosetto: "Speriamo in una folgorazione sulla via di Damasco"

Guido Crosetto interviene sulla divisione interna del centrodestra, incapace di unirsi in un solo candidato in Piemonte: "Speriamo che qualcuno venga folgorato sulla via per Damasco"

Un editto “verdiniano”, più che “berlusconiano”, quello per la candidatura di Gilberto Pichetto alla presidenza della Regione Piemonte: una scelta che potrebbe portare all’autodistruzione il centrodestra piemontese. Ne è convinto Guido Crosetto, candidato alla presidenza della Regione per Fratelli d’Italia, intervenuto assieme a Giorgia Meloni in una manifestazione elettorale del partito.

Crosetto ha ricordato che ci sono ancora dieci giorni, sperando che “qualcuno venga folgorato sulla via di Damasco” ripensando quindi alle candidature in Piemonte.  La scelta del candidato è stata riassunta da Giorgia Meloni, che ha spiegato come abbiano tentato di “far ragionare il resto della presunta coalizione di centrodestra” per individuare “un metodo che ci consentisse di scegliere il candidato piu' competitivo”, ma alle loro proposte “è stato risposto che il candidato doveva esprimerlo con un editto il partito di maggioranza relativa”. La Meloni ha anche ricordato che i sondaggi danno come candidato più spendibile proprio Crosetto”e noi facciamo il sacrificio di metterlo in campo”, sacrificandolo come candidato alle europee.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, Crosetto: "Speriamo in una folgorazione sulla via di Damasco"

TorinoToday è in caricamento