Elezioni Politiche 2013

L'esordio di Fratelli D'Italia: "Noi alternativi e non antagonisti al Pdl"

Crosetto e Ghiglia, che con tutta probabiiltà saranno capilista rispettivamente al Senato e nel Piemonte 1, stanno cercando il terzo capolista per la circoscrizione Piemonte 2

Ha scaldato i motori in Piemonte la macchina elettorale di Fratelli d'Italia, la nuova formazione politica fondata da Guido Crosetto, Giorgia Meloni e Ignazio La Russa.

La mobilitazione, presentata in conferenza stampa oggi a Torino, è guidata da Crosetto e Agostino Ghiglia. Quest'ultimo ha lasciato il Pdl, di cui era coordinatore regionale vicario, neppure una settimana fa. In pochi giorni Fdi ha strappato al Pdl del Piemonte anche tre assessori della Giunta Cota, tre consiglieri regionali e il coordinatore del partito a Novara.

I vari esponenti delle istituzioni resteranno però all'interno dei gruppi del Pdl, nei quali erano stati eletti. "Non vogliamo creare problemi - ha spiegato Crosetto - l'uscita dai gruppi verrebbe vista come una contrapposizione che mette a repentaglio la vita delle istituzioni. E' un atto di serietà, non vogliamo crisi".

Crosetto e Ghiglia, che con tutta probabiiltà saranno capilista rispettivamente al Senato e nel Piemonte 1, stanno cercando il terzo capolista per la circoscrizione Piemonte 2. E non nascondono di ambire a personalità di calibro, come il presidente del Consiglio regionale del Piemonte Valerio Cattaneo, con il quale sarebbe in atto un abboccamento. "Siamo alternativi al Pdl - ha rimarcato Crosetto - non antagonisti. Quindi non ci contrapporremo ai nostri amici rimasti nel partito di Berlusconi, ma avremo il coraggio di arrivare alla vetta prima di loro. Il Pdl non era più un partito perché la sua classe dirigente ha accettato che scomparisse per diventare proprietà di una persona sola, che fra parentesi è quella che stimo di più. Noi invece vogliamo un partito di centrodestra normale, fatto di persone che con coraggio hanno lasciato un porto sicuro per andare in mare aperto, che hanno anteposto gli ideali allo stipendio".

"Con noi - ha sottolineato Ghiglia - ci saranno esponenti di matrice cattolica, di area liberale, di area socialista e della destra che sventolava il tricolore in tempi nei quali nessuno osava farlo neppure negli stadi. Domani cominciamo la mobilitazione con la prima manifestazione davanti al Municipio di Torino, per protestare contro il blocco dei veicoli Euro 3. In breve daremo vita a comitati elettorali in ogni provincia, nel torinese abbiamo già 50 gruppi Facebook e ieri abbiamo acceso 100 nuovi profili Twitter". (ANSA)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'esordio di Fratelli D'Italia: "Noi alternativi e non antagonisti al Pdl"

TorinoToday è in caricamento