Domenica, 26 Settembre 2021
Elezioni Politiche 2013

Assessori provinciali candidati senza stipendio, gesto "di serietà"

Gli assessori Umberto D'Ottavio e Marco Balagna si sono autosospesi per dedicarsi alla campagna elettorale. Un gesto che, secondo Saitta, dovrebbe essere emulato dalla Regione

Nelle prossime elezioni politiche del 24 e 25 febbraio diversi assessori e consiglieri di tutto il territorio piemontese sono impegnati attivamente perché candidati. Nella Giunta provinciale si è assistito a un gesto non troppo comune. Gli assessori Umberto D'Ottavio e Marco Balagna, rispettivamente con incarichi riguardanti l'Istruzione e l'Agricoltura, si sono autosospesi dalla carica ricoperta in Provincia per dedicarsi alla propria campagna elettorale.

L'autosospensione dei due componenti della Giunta Saitta era stata annunciata il 10 gennaio e oggi è stata ufficializzata con l'accoglimento formale dello stesso presidente della Provincia di Torino. “La decisione di non utilizzare cariche, strumenti, dotazioni e stipendi dell’ente pubblico in campagna elettorale dovrebbe essere un principio comune”, ha detto Antonio Saitta.

I due assessori in questo periodo di autosospensione non percepiranno stipendio e non saranno più incaricati delle deleghe. Una rinuncia che porta avanti una tradizione ormai diventata prassi a Palazzo Cisterna.

Il presidente della Provincia estende l'invito all'autosospensione anche agli altri candidati che rivestono ruoli in Regione. "Mi auguro non resti limitato a Palazzo Cisterna, ma venga analogamente compiuto alla Regione Piemonte sia dai presidenti di Giunta e Consiglio regionale Cota e Cattaneo, sia dagli assessori Bonino e Ravello”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assessori provinciali candidati senza stipendio, gesto "di serietà"

TorinoToday è in caricamento