rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Elezioni comunali 2021 Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Colpo di scena in Comune, il riconteggio dei voti premia Silvio Viale: il paladino dei diritti in Sala Rossa

Eletto per 5 voti

Clamoroso in Sala Rossa (per riprendere un vecchio tormentone calcistico): il riconteggio dei voti ha ribaltato il risultato elettorale di Silvio Viale che era candidato nella lista civica 'Lo Russo Sindaco'. Il medico torinese entrerà in consiglio comunale, a farne le spese Elena Apollonio. 

La lista civica 'Lo Russo Sindaco' ha infatti eletto due consiglieri comunali. Sul primo eletto non ci sono discussioni, Paolo Chiavarino ha staccato il secondo consigliere in lista di oltre 100 voti. Seconda e terzo invece nel primo conteggio erano distanziati di soli 8 voti: Elena Apollonio 486 preferenze e Silvio Viale 478. A ribaltare la seconda e terza posizione è stato il riconteggio dei funzionari comunali. Sul verbale si legge: Silvio Viale 487 voti; Elena Apollonio 482. 

"È una bellissima notizia, innanzitutto. Una bella notizia per quei torinesi che credono fermamente nel valore della laicità delle Istituzioni. Viale è il simbolo di chi non china la testa di fronte a clericali di ogni risma", spiega Igor Boni, volto dei Radicali torinesi e candidato alle Primarie del centrosinistra, "Personalmente sono molto soddisfatto di un percorso durato 16 mesi nei quali, con la conquista delle primarie prima e con la mia candidatura dopo, abbiamo indirizzato e condizionato in positivo la coalizione. Contribuendo ad una unità insolita, lasciando fuori i populisti e trasformisti a 5stelle. Ora con Stefano Lo Russo, con Mario Giaccone che ha animato la lista civica e con Silvio in Consiglio, avanti per rilanciare Torino, una città che deve essere sempre più europea e sempre più aperta al futuro e al cambiamento".

Silvio Viale, chiamato dai suoi contestatori il 'Dottor Morte' per la sua battaglia a favore della pillola abortiva RU486, è un volto storico della politica torinese. È già stato in Comune dal 1991 al 2001 con i Verdi e poi dal 2011 al 2016 con eletto in quota PD. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo di scena in Comune, il riconteggio dei voti premia Silvio Viale: il paladino dei diritti in Sala Rossa

TorinoToday è in caricamento