Elezioni comunali 2021 Centro / Piazza Palazzo di Città

Elezioni a Torino, terremoto nel centrosinistra: Moderati pronti ad abbandonare la coalizione

Stefano Lo Russo dopo i Verdi perderebbe così un altro pezzo

I Moderati hanno messo un piede (se non addirittura tutti e due) fuori dalla coalizione di centrosinistra. Nel pomeriggio infatti è arrivato l'annuncio che non parteciperanno al tavolo di coalizione previsto per oggi, lunedì 23 agosto. Un segnale politico di rottura forte. 

I Moderati di Giacomo Portas a 41 giorni dal voto sembrano pronti dunque a ritirare il proprio appoggio al candidato sindaco del centrosinistra Stefano Lo Russo. O meglio, se nelle prossime ore non arriverà loro una risposta chiara l'abbandono della coalizione verrà formalizzato e loro correranno da soli. Il Motivo? Gli alleati non hanno firmato un documento nel quale si impegnano a non cercare alcuna alleanza con il Movimento 5 Stelle al ballottaggio. 

Nella nota si legge: "Il 4 agosto i Moderati hanno posto alla coalizione il tema dell’alleanza col Movimento Cinque Stelle, chiedendo al candidato sindaco Lo Russo di mettere per iscritto l’impegno a non formalizzare alcun accordo coi pentastellati. Tale impegno non è stato firmato, ma il 12 agosto, in un’intervista, il candidato sindaco ha dichiarato di volerlo inserire nel programma sottoscritto da tutte le forze politiche. Abbiamo accolto con soddisfazione tale volontà e abbiamo atteso, consapevoli del periodo vacanziero, ma ad oggi, 23 agosto, nulla si è mosso. Per questo motivo non riteniamo utile partecipare all’incontro della coalizione convocato in data odierna".

Poche righe, nette, che sono un vero e proprio aut aut. Se i Moderati dovessero persistere nella loro decisione il centrosinistra perderebbe, dopo l'addio dei Verdi, un altro pezzo che equivale a un 6% circa, se si tiene conto dei risultati delle scorse elezioni amministrative, quelle del 2016. A quel punto però correrebbero da soli e non in coalizione con il centrodestra. "Per i nostri elettori è fondamentale questo aspetto. Abbiamo bisogno di metterlo nero su bianco. Finché non c'è questo elemento di base chiarificatore non possiamo andare avanti", spiega Carlotta Salerno dei Moderati. 

La risposta della coalizione è arrivata in serata tramite una nota dei coordinatori delle liste dei partiti: "Abbiamo letto la nota dei Moderati e ribadiamo, ancora una volta, che il perimetro della coalizione è definito in maniera chiara da tempo. Ci presenteremo agli elettori come una coalizione di centrosinistra larga, competitiva e autonoma. Auspichiamo che nella giornata di domani si possa superare quella che appare una questione abbondantemente archiviata, ritrovando le ragioni profonde del nostro stare insieme. Noi oggi vogliamo parlare di città e di futuro, per offrire alla città un progetto che la renda grande, forte e unita", hanno scritto Carretta, Cantamessa, Tresso, Grimaldi, Giaccone. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Torino, terremoto nel centrosinistra: Moderati pronti ad abbandonare la coalizione

TorinoToday è in caricamento