rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Elezioni comunali 2021 Campidoglio / Corso Lecce

Torino, insulti sessisti contro Valentina Sganga. Appendino: "Se sei donna prima o poi te li becchi"

La solidarietà di Chiara Appendino

"Se sei una donna e fai politica sai che prima o poi gli insulti sessisti te li becchi". Lo scrive Chiara Appendino, la politica torinese più in vista dell'ultimo decennio. La donna che è riuscita prima a battere Piero Fassino alle elezioni comunali del 2016 e poi ad affermarsi a livello nazionale e non solo locale. 

Lo dice a poche ore dalla notizia che i manifesti elettorali di Valentina Sganga, quella che dovrebbe essere la sua successora secondo i desideri del Movimento 5 Stelle, sono stati imbrattati e deturpati con insulti sessisti. I classici insulti sessisti. 

In molti avranno notato che da qualche giorno vicino ai manifesti dei candidati sindaci maschi Paolo Damilano e Stefano Lo Russo sono apparsi anche quelli di Valentina Sganga. Sono semplici: lei è in primo piano e alle sue spalle c'è Torino. Lo slogan è un gioco di parole con il suo nome: "La tua scelta Vale". Un po' come fece la sindaca nel 2016 quando lanciò l'ormai storico "L'alternativa è Chiara". 

Bene, questa notte in corso Lecce qualcuno ha ben pensato di aggiungere il proprio tocco a quei manifesti, un tocco del quale avremmo fatto volentieri a meno. In centro al manifesto ha aggiunto insulti come 'troia', 'fanculo' e si è cimentato anche nella riproduzione iconica di un pene maschile. 

La campagna elettorale si macchia di un episodio spiacevole che ricorda a tutti noi di quanto sia necessario affrontare in modo serio il tema dell'educazione al rispetto e alla parità di genere. La risposta di Sganga non si è fatta attendere ed è arrivata sui social dove ha pubblicato il manifesto imbrattato modificato: ha cancellato l'insulto e lo ha sostituito con la parola 'donna'. "Sono una donna". 

"Forse qualcuno sperava di intimorirmi o offendermi con qualche messaggio sessista. Non ci è riuscito. Ringrazio chi mi ha espresso vicinanza e vi prometto che, insieme, continueremo a batterci affinché nella nostra città le discriminazioni, qualunque esse siano, non trovini più spazio", ha scritto su facebook.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, insulti sessisti contro Valentina Sganga. Appendino: "Se sei donna prima o poi te li becchi"

TorinoToday è in caricamento