Domenica, 26 Settembre 2021
Elezioni comunali 2021 Centro / Piazza Palazzo di Città

Elezioni a Torino, Valentina Sganga non vuole la medaglia di bronzo: "Il Movimento corre per vincere"

I sondaggi la danno al terzo posto

È solamente un gossip. Le voci che insistono a parlare di un accordo tra il Movimento 5 Stelle e il Partito Democratico in vista del ballottaggio non sono vere. A scriverlo è Valentina Sganga, candidata sindaca dei 5 Stelle, in un lungo post su facebook piccato e pungente. 

"L'ho già detto e lo ripeterò ogni volta: non c'è alcun asse con Lo Russo e con il centrosinistra ed è umiliante per tutti dover tornare sempre su questo gossip che riduce la politica a guerre tra clan", scrive Sganga rispondendo a chi paventava una possibile alleanza tra grillini e democratici in vista del secondo turno delle elezioni comunali. 

Secondo i sondaggi pubblicati in questi giorni (anche quello pubblicato su Torino Today realizzato dall’Istituto Demopolis) infatti Paolo Damilano, il candidato del centrodestra, sarebbe in vantaggio su Stefano Lo Russo, candidato del centrosinistra, di circa sei punti percentuali. Svantaggio che però al ballottaggio potrebbe essere colmato con l'appoggio del Movimento 5 Stelle e dei Verdi.  

Prospettiva però che viene smentita dalla stessa Sganga che non ha alcuna intenzione di correre a prescindere per il terzo posto: "Io, il Movimento 5 Stelle e i Verdi partecipiamo alle elezioni con l'obiettivo di vincere, di nuovo", scrive, "Se non vinceremo vogliamo avere la forza necessaria per incidere sullo scenario politico della città con i nostri temi: la giustizia sociale e quella ambientale, in primis". Poi aggiunge: "Tutte le volte che ci hanno sottovalutato, a tutti, è arrivata una sonora scoppola". 

Infine l'affondo sia a Paolo Damilano che viene definito l'amico di Berlusconi, Meloni e Salvini, sia al centrosinistra che viene accusato di aver creato il debito della città: "La partita più grossa dei prossimi 5 anni sarà quella dei fondi del PNRR: il prossimo sindaco avrà 6 volte le risorse economiche di cui ha usufruito Chiara Appendino in questo mandato. E voi volete farle gestire all'amico di Berlusconi, Meloni e Salvini, a quelli che hanno creato un debito mostruoso con imprese scellerate o a chi ha saputo, pur con poco, fare tanto per i torinesi?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Torino, Valentina Sganga non vuole la medaglia di bronzo: "Il Movimento corre per vincere"

TorinoToday è in caricamento