Venerdì, 24 Settembre 2021
Elezioni comunali 2021 Lingotto / Corso Unione Sovietica

Torino, la provocazione del candidato sindaco: "Corso Gino Strada al posto di corso Unione Sovietica"

A poche ore dalla morte del fondatore di Emergency

La foto di Gino Strada, il simbolo del Partito Gay e poi una scritta: "Corso Gino Strada al posto di corso Unione Sovietica. Commemoriamo la vita, non la morte". Una promessa, ma anche una provocazione quella di Davide Betti Balducci, candidato sindaco di Torino per il Partito Gay, a poche ore dalla morte del fondatore di Emergency. 

"Sostituiremo il nome di corso Unione Sovietica con corso Gino Strada", scrive su facebook il candidato sindaco che poi aggiunge, "Vogliamo commemorare un uomo che ha salvato moltissime vite e non un incubo del passato che ha generato morte, sofferenza e distruzione".

Una provocazione che viene subito colta da chi lo segue. Nei commenti c'è chi propone di cambiare anche corso Stati Uniti a causa delle bombe sganciate su Hiroshima e Nagasaki, chi dimostra di non apprezzare la figura di Gino Strada e chi, come Simone Ciabattoni, consigliere della Circoscrizione 4 e candidato in circoscrizione per Sinistra in Comune, gli ricorda il ruolo dell'Armata Rossa nella Seconda Guerra Mondiale: "Il 27 gennaio del 1945 i soldati dell'Armata Rossa entrarono nel campo nazista: trovarono circa 7 mila prigionieri ed ebbero la conferma dell'uccisione di massa di centinaia di migliaia di persone..". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torino, la provocazione del candidato sindaco: "Corso Gino Strada al posto di corso Unione Sovietica"

TorinoToday è in caricamento