Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Elezioni comunali 2021 Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Il nuovo consiglio comunale di Torino: tutte le ipotesi e chi è già sicuro di un posto in Sala Rossa

Il Movimento 5 Stelle deve sperare in una vittoria di Lo Russo

Per conoscere la composizione definitiva del nuovo consiglio comunale di Torino dovremo aspettare ancora due settimane quando, a urne chiuse e schede scrutinate, si saprà chi tra Stefano Lo Russo e Paolo Damilano avrà vinto il ballottaggio a Torino, ma già oggi, il giorno dopo il primo turno, alcune considerazioni e ipotesi si possono fare. 

I seggi da distribuire sono in totale 40 e la coalizione vincitrice del ballottaggio godrà del premio di maggioranza che le darà in dote il 60% di questi. Ecco dunque come cambiano gli scenari in base alla vittoria di uno o dell'altro. 

In caso di vittoria di Stefano Lo Russo al centrosinistra andrebbero 24 seggi che verrebbero così divisi: il Partito Democratico la farebbe da padrone con 17 consiglieri eletti; 2 a Sinistra Ecologista, Moderati e Lista Civica Lo Russo; un eletto alla lista civica Torino Domani. Nel centrodestra, in caso di sconfitta, a farla da padrone sarebbe Torino Bellissima che, compreso Paolo Damilano, conquisterebbe ben 5 seggi; dietro Fratelli d'Italia e Lega con 3 consiglieri e Forza Italia con 2 eletti. In questo caso il Movimento 5 Stelle conquisterebbe 3 seggi compreso quello di Valentina Sganga. 

In caso di vittoria di Paolo Damilano sarebbe il centrodestra a conquistare la maggioranza e di conseguenza i 24 seggi in palio per governare. Gli equilibri tra i partiti logicamente si sposterebbero un po', ma Torino Bellissima, la lista di Damilano, continuerebbe a essere il primo partito del centrodestra con 8 eletti; dietro Fratelli d'Italia con 7, poi la Lega con 6 e Forza Italia con 3. Nel centrosinistra 11 seggi, compreso quello di Lo Russo, andrebbero al Partito Democratico; Sinistra Ecologista, Moderati e Lista Civica Lo Russo conquisterebbero un seggio a testa. Non eleggerebbe la lista Torino Domani. In questo caso il Movimento 5 Stelle conquisterebbe 2 seggi compreso quello di Valentina Sganga. 

Chi è eletto

Alla luce di queste considerazioni qualcuno tra i candidati al consiglio comunale è già sicuro di entrare in consiglio comunale. 

Nel centrosinistra dovrebbero essere eletti i primi dieci più votati del PD: Chiara Foglietta, Gianna Pentenero, Ludovica Cioria, Nadia Conticelli, Vincenzo Camarda, Pietro Tuttolomondo, Claudio Cerrato, Maria Grazia Grippo, Lorenzo Patriarca, Luca Pidello. Eletti sicuramente anche Jacopo Rosatelli di Sinistra Ecologista, Carlotta Salerno dei Moderati e Paola Chiavarino della Lista Civica Lo Russo. E ovviamente Stefano Lo Russo. 

Nel centrodestra dovrebbero essere eletti i primi quattro più votati della lista Torino Bellissima: Silvia Damilano, Giuseppe Iannò, Pierlucio Firrao e Pietro Abruzzese. Eletti anche: Enzo Liardo, Paola Ambrogio e Giovanni Crosetto di Fratelli d'Italia; Elena Maccanti, Fabrizio Ricca e Giuseppe Catizone della Lega; Andrea Tronzano e Domenico Garcea di Forza Italia. E ovviamente Paolo Damilano. Sarà interessante comprendere se Fabrizio Ricca e Andrea Tronzano, già assessori regionali della Giunta Cirio, manterranno il seggio o si dimetteranno per fare posto; stesso discorso per Elena Maccanti che è onorevole. 

Nel Movimento 5 Stelle al momento oltre a Valentina Sganga è sicuro di essere eletto solo Andrea Russi. In caso di vittoria di Stefano Lo Russo al ballottaggio scatterebbe anche l'elezione di Dorotea Castiglione. 

Chi sono i due candidati che vanno al ballottaggio

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo consiglio comunale di Torino: tutte le ipotesi e chi è già sicuro di un posto in Sala Rossa

TorinoToday è in caricamento