Elezioni comunali 2021 Centro / Piazza Palazzo di Città, 1

Damilano strizza l'occhio ad Appendino e attacca Lo Russo: "Lo sostiene chi ha cacciato il Salone dell'Auto"

Verso il ballottaggio

C'è confusione sotto le stelle e il caos generato dalla 'battaglia' dei post diventa facile terreno di gioco per un Paolo Damilano ineditamente battagliero. Per la prima volta in questa campagna elettorale infatti il candidato del centrodestra alza leggermente i toni per lanciare una stoccata al suo diretto avversario Stefano Lo Russo. 

Come detto lo spunto per lanciare l'offensiva è lo scontro social tra i rappresentanti del Movimento 5 Stelle torinese. Le due anime grilline in questi giorni si stanno palesando sul web con post nei quali si schierano, più o meno apertamente, con Lo Russo o Damilano. Ed è proprio da uno di questi post che nasce l'affondo del candidato del centrodestra.  

Nello specifico il post è quello di Guido Montanari, ex vice sindaco della Giunta Appendino, che ha annunciato pubblicamente di sostenere Stefano Lo Russo al ballottaggio. Un endorsement scivoloso sul quale Damilano si è lanciato senza se e senza ma: "Veder dietro a questa ipotetica amministrazione di centrosinistra persone come l'ex vice sindaco Montanari, non è proprio il miglior auspicio di prosperità per la città, una Torino bruttissima contro una Torino Bellissima", ha detto il candidato del centrodestra. 

Guido Montanari per Damilano avrebbe la colpa di essere stato il vice sindaco responsabile del trasloco del Salone dell'Automobile da Torino a Milano: "Il nostro indimenticabile vice sindaco Montanari fu quello che disse spero che domani grandini il giorno prima dell'inaugurazione del Salone dell'Automobile al Valentino". Se però Montanari rappresenta la base grillina che dice sempre no e che non guarda all'espansione della città, per Damilano la sindaca Appendino è il volto dell'altro Movimento 5 Stelle, quello che sa Governare. Ed è qui che scatta l'occhiolino. 

"Quella base 5 Stelle è quella che ha detto tanti no alla città: ha detto no alle Olimpiadi, alla TAV, ha detto no al Salone dell'Automobile. Dall'altra parte invece il sindaco Appendino ha lavorato per portare in città le ATP Finals, l'Eurovision e credo che questa sia la strada giusta per il futuro della nostra città", ha detto Damilano. Un apprezzamento che qualche ora prima non era passato inosservato ai fedelissimi della sindaca che si sono scatenati nella guerra dei post contro Lo Russo.  

Andrea Russi parlando dell'Eurovision sottolinea come Lo Russo non riconosca i meriti di Appendino per la conquista della kermesse e la stessa cosa, ma in modo meno diplomatica, la fa Alberto Unia che ha condiviso un post del marito della sindaca dove viene messa in evidenza la stessa cosa. È evidente che questo non è un endorsement, ma poco ci manca. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Damilano strizza l'occhio ad Appendino e attacca Lo Russo: "Lo sostiene chi ha cacciato il Salone dell'Auto"

TorinoToday è in caricamento