Elezioni 2016, Osvaldo Napoli: “Trasferire attività dal centro alle periferie”

L'intervista di Torino Today al candidato sindaco di Forza Italia

Siamo in via Sempione, angolo Giulio Cesare, dove sono nato e la mia famiglia si è trasferita dalla Calabria nel 1940. Qui mi commuovo sempre pensando ai sacrifici dei miei genitori”. Incomincia così, da Barriera di Milano, l’intervista a Osvaldo Napoli, candidato sindaco di Forza Italia.

VIDEO ---> QUI L'INTERVISTA INTEGRALE

Alla domanda su quale sarebbe il suo primo intervento se oggi fosse sindaco risponde: “Nei confronti della povertà e della periferia che ha grosse problematiche. Qui, ad esempio, il ‘trincerone’ è abbandonato da 50 anni ed è da recuperare. Poi c’è la disoccupazione, la povertà e la mancanza di reddito. Per recuperare le periferie bisogna trasferire dal centro alcune attività”.

Sul fenomeno della microcriminalità spiega: “L’amministrazione comunale deve concordare, con la sicurezza pubblica, una presenza più capillare. Manca qualcosa sul territorio. Dobbiamo metterci attorno a un tavolo e individuare le vere problematiche perché i problemi si risolvono insieme”.

Napoli interviene ancora su trasporti, progetto della linea 2 della metropolitana, indebitamento della città, ricerca di fondi, bisogno di investimenti e cultura.

Infine, il candidato di Forza Italia rivela il suo sogno per il futuro di Torino:Una grande città non solo europea, ma mondiale”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Cadavere putrefatto e decapitato trovato in un campo, si era suicidato impiccandosi a un albero

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Investita mentre attraversa la strada davanti a casa: è grave

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

Torna su
TorinoToday è in caricamento