Chiara Appendino e Piero Fassino, una sfida in perfetto stile sabaudo

I due candidati, che in occasione dei confronti tv non hanno lesinato frecciatine all'avversario, hanno però sempre mantenuto i toni bassi

I due candidati all'ultimo confronto

Tutto sommato a Torino, come vuole il rigore sabaudo, i toni della campagna elettorale sono rimasti bassi. Tra i due aspiranti sindaco che oggi, domenica 19 giugno, se la vedranno al ballottaggio, qualche scaramuccia e diverse frecciatine - soprattutto in occasione degli ultimi confronti all'americana - ma nulla a che vedere con le tensioni che si sono viste tra candidati, in altre città italiane.

Piero Fassino ha chiuso l'ultimo giorno di campagna elettorale - venerdì 17 - tra una conferenza stampa sui cantieri della città, vari incontri sul tema dellavoro e un incontro con l'ex ministro Cesare Damiano. Lei, Chiara Appendino, ha trascorso, come ama fare, ancora una mattina tra la gente al mercato. Ma nessuno dei due si è perso la partita della nazionale italiana alle 15, impegnata a giocare contro la Svezia. Fassino ha seguito il primo tempo presso il Comitato Inquilini di corso Taranto e il secondo, dove ha assistito alla vittoria dell'Italia, in corso Belgio, presso la Circoscrizione 7.

La candidata del M5S invece era a tifare la nazionale con il suo staff al Caffè Movie di corso Spezia. E comunque vada al ballottaggio Chiara Appendino è consapevole di aver raggiunto a Torino un risultato storico. Ha portato il Movimento Cinque Stelle a essere il primo partito a Torino, "Anche se - Fassino puntualizza - il Pd è primo in 28 quartieri su 34".

Ha costretto Piero Fassino, sindaco uscente e veterano della politica italiana, a misurarsi al ballottaggio, dopo confronti televisivi dove il gioco è stato praticamente alla pari. Perchè forse in fondo qualcosa di simile, non ideologicamente ma caratterialmente, tra i due c'è: entrambi torinesi doc, precisi, determinati e misurati nei modi. Mai una caduta di stile, nè da una parte, nè dall'altra. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tant'è che all'ultimo confronto lui ha pure azzardato: "Chiara è intelligente e combattiva, la prenderei nella mia squadra". Lei però, molto "fassinianamente", al gioco non c'è stata: "Io la mia squadra ce l'ho già". E alla fine, sorridenti, si sono stretti la mano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • Investe una donna sulle strisce con lo scooter e cade: centauro morto in ospedale

  • Fa il bagno in mare all'alba ma si sente male: giovane torinese perde la vita a Riccione

Torna su
TorinoToday è in caricamento